Ricerca, la Regione Abruzzo investe 5 milioni


Ricerca e innovazione

Contributi fino a 35mila euro per 23 neo-imprese innovative sul territorio regionale, complessivamente 315 beneficiari finanziati di cui 131 da borse di lavoro e ricerca e 184 i giovani abruzzesi che, grazie al sistema dei voucher, hanno potuto partecipare a progetti innovativi di work experience in aziende e istituzioni italiane ed europee.

Sono questi in estrema sintesi alcuni degli obiettivi raggiunti grazie alla sovvenzione globale “Più ricerca e innovazione”, il piano per l’alta ricerca e la formazione finanziato dalla Regione Abruzzo (Assessorato al Lavoro e alla Formazione) tramite le risorse del Fondo sociale europeo, Programma operativo 2007/2013. Nel complesso le risorse stanziate e utilizzate per questi interventi, tra il 2014 e il 2015, ammontano ad oltre 5 milioni di euro.

I risultati della sovvenzione globale saranno illustrati lunedì 16 novembre a Pescara presso la terrazza dell’hotel Esplanade in piazza Primo Maggio 46 (ore 10). L’apertura dei lavori è affidata all’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione, Andrea Gerosolimo. A seguire gli interventi di Paolo Luci e Gabriele Levi, presidente di Ass.For.Seo (società capofila del Raggruppamento temporaneo di imprese che ha svolto il ruolo di organismo intermedio per la gestione della sovvenzione globale) e di Gabriele Levi, esperto dell’organismo intermedio. In programma anche le relazioni di Sabrina Saccomandi, esperta in materia di fondi europei, e Tommaso Di Rino, direttore regionale del Dipartimento di Sviluppo economico, politiche del laoro, dell’istruzione, della ricerca e dell’università. La prima sessione si concluderà con la testimonianza di alcuni beneficiari della Sovvenzione.

Nel pomeriggio (ore 15-18) sarà presentata la ricerca sulla Social Innovation in Abruzzo promossa nell’ambito di “Più Ricerca e Innovazione” per coinvolgere enti, imprese e Terzo Settore nella definizione di nuovi modelli di politiche sociali in Abruzzo. Aprirà i lavori l’assessore regionale alle Politiche sociali, Marinella Sclocco, seguita da Paolo Luci, Gabriele Levi e Fabrizio Crocetti, dell’Organismo intermedio. La giornata si concluderà con una tavola rotonda. Entrambe le sessioni saranno moderate da Romano Benini, esperto di politiche attive del lavoro.

La sovvenzione globale “Più ricerca e innovazione”, finanziata dalla Regione Abruzzo (Assessorato al Lavoro e alla Formazione) tramite i fondi Fse P.O. 2007/2013, è stata suddivisa in 4 “macro azioni” per la promozione di progetti di ricerca industriale, trasferimento tecnologico e sviluppo precompetitivo; progetti di impresa ad alto contenuto tecnologico e/o innovativo; progetti di mobilità interregionale e/o transnazionale e, infine, di innovazione organizzativa e manageriale.

Tra il 2014 e il 2015 sono stati pubblicati 5 avvisi pubblici. Con il primo sono state finanziate 73 borse di ricerca da 12mila euro ciascuna (stanziati 1 milione e 350mila euro) rivolte ad altrettanti laureati abruzzesi e della durata di 8 mesi. Cinquantotto invece i giovani professionisti abruzzesi che hanno ottenuto una borsa lavoro di 10mila euro per un periodo di 6 mesi (impiegati 930mila euro).

Sono stati inoltre concessi a 23 neo-imprese innovative contributi “de minimis” tra 14mila e 35mila euro per coprire investimenti per l’acquisto, tra l’altro, di macchinari, software e siti web, brevetti e marchi. Sono state finanziate 125 work experience destinate a laureati e diplomati abruzzesi in cerca di occupazione per partecipare a esperienze di studio e ricerca in università, centri di ricerca e imprese in Italia ed Europa (in tutto stanziati 857mila euro).

A queste si aggiungono 59 work experience in Abruzzo per diplomati disoccupati che, per 3 mesi, hanno svolto un’esperienza lavorativa in imprese, cooperative o altre realtà del Terzo Settore attive nel campo della “social innovation”.

Tutte le attività della sovvenzione globale, come stabilito dalla normativa europea sul Fse, sono state coordinate dall’Organismo intermedio aggiudicatario del bando per l’affidamento della gestione della dote (l’Organismo è composto dalla società consortile Ass.For.SEO., dalla KPMG Advisory e dalla Metron).