Teramo: all’Ipogeo la mostra “Tratto di Lava”. Esposte le opere di Mimmo Polovineo


opera di Polivineo

Ieri pomeriggio, all’Ipogeo di piazza Garibaldi, è stata inaugurata la mostra “Tratto di lava”, dedicata alle opere di Domenico “Mimmo” Polovineo.

Grafico, pittore, fumettista e illustratore Polovineo, scomparso prematuramente a 58 anni, nel corso della sua carriera ha collaborato con importanti case editrici italiane e ha lavorato per prestigiosi marchi internazionali del mondo della moda.

L’intento della mostra, promossa dagli “Amici di Mimmo” e organizzata da Teramo Nostra con il patrocinio del Comune è quello di restituire ai teramani una visione d’insieme sulla poliedrica attività dell’artista teramano che proprio il 23 Febbraio avrebbe compiuto 60 anni. Giorno in cui, soleva dire, erano nati “solo lui ed un vulcano del Messico”.

L’idea di ricordarlo con una mostra l’abbiamo avuta in occasione dell’anniversario della sua scomparsa – racconta Fausto Pompilii, promotore dell’iniziativa – la difficoltà maggiore l’abbiamo avuta nel reperire le sue opere perché Mimmo regalava qualsiasi cosa dipingesse. Ma dopo tre mesi di ricerche siamo riusciti ad allestirla. La principale caratteristica di Mimmo era quella di disegnare su qualsiasi supporto: portelloni di armadi, finestre, tovaglie. E ovunque portava la sua Teramo, che amava e dove tornava spesso”.

Vogliamo ringraziare la famiglia,  i suoi amici e l’associazione Teramo Nostra per averci permesso, con questa mostra, di ricordare  un validissimo grafico – sottolinea il presidente del consiglio comunale Alberto Melarangelo –  che si era affermato a Milano, che rappresenta la città più importante per questo settore, provenendo da Teramo e mantenendo il cuore nella sua città dove tornava anche per il suo lavoro artistico di illustratore di libri e di volumi. E non possiamo non ricordare le tante vignette e i fumetti che diffondeva sui social ma anche negli incontri amicali, quando si divertiva a ritrarre luoghi, amici e conoscenti su qualsiasi supporto, anche sulle tovagliette di carta. La sua scomparsa lascia una grande assenza che si cerca in parte di colmare con questa bella iniziativa”.

Questa mostra si inserisce nel percorso di valorizzazione degli spazi culturali che stiamo portando avanti fin dal nostro insediamento – dichiara il sindaco Gianguido D’Alberto – e della loro apertura a tutte le proposte culturali, soprattutto di quelle che valorizzano i talenti del territorio. Talenti come Mimmo, che in molte delle sue opere ha raccontato Teramo e la sua bellezza”.

La mostra resterà aperta fino al 6 marzo, tutti i giorni, dalle 10 alle 20.