Prima sconfitta stagionale per il Chieti Calcio Femminile nel big match di giornata a Trani


chieti calcio femminile

Era il big match di giornata e non ha tradito le aspettative: allo Stadio Comunale di Trani finisce 2-1 per l’Apulia Trani che infligge la prima sconfitta stagionale al Chieti Calcio Femminile.

Un tempo a testa per le due squadre: può essere sintetizzata così una bella e combattuta partita.

Nel primo le padroni di casa mettono alle corde le ospiti segnando il gol del vantaggio e sfiorando anche il raddoppio, nel secondo le neroverdi giocano un ottimo calcio, trovano il pareggio con Luisa Esposito, ma vengono beffate a due minuti dalla fine da un gol di Rus. L’Apulia Trani recupera così terreno in classifica portandosi a cinque punti dal Chieti, ma con una partita da recuperare in casa domenica prossima con la Res Roma.

La cronaca del match si apre con una clamorosa occasione al 4′ per il Chieti: Carnevale se ne va in velocità e arriva a tu per tu con Prieto, ma tira incredibilmente a lato fallendo l’occasione del vantaggio.

Al 10′ Maknoun si gira bene in area, ma Falcocchia è pronta a bloccare il pallone a terra.

Un paio di minuti più tardi Chiper innesta la quarta e fugge sulla fascia mettendo al centro per Rus chiusa bene dall’uscita tempestiva di Falcocchia.

Al 18′ arriva il vantaggio dell’Apulia Trani: Chiper pesca Maknoun che in tuffo di testa mette in rete.

Il Chieti è stordito, ma prova a reagire con il tentativo dalla distanza di Giulia Di Camillo al 26′ che finisce a lato. Al 29′ Carnevale è anticipata dall’uscita a valanga di Prieto. Al 33′ Rus ci prova su punizione, la difesa respinge e la palla torna ancora sui piedi di Rus, ma la sua conclusione è troppo centrale e Falcocchia blocca. L’Apulia insiste e al 42′ è Chiper ad arrivare davanti a Falcocchia che riesce a parare.

Due minuti dopo Rus gira debolmente a rete su invito di Chiper e spreca la ghiotta occasione da ottima posizione. Allo scadere sul calcio d’angolo di Giada Di Camillo è Giuliani a colpire di testa sfiorando il palo.

Si va dunque al riposo con l’Apulia Trani in vantaggio per 1-0.

Il Chieti rientra in campo dopo il riposo con tutto un altro atteggiamento e gioca costantemente nella metà campo avversaria per quasi tutta la ripresa.

Al 2′ sulla punizione di Giulia Di Camillo è Stivaletta a concludere a rete con la palla che viaggia pericolosamente verso la porta prima di finire a lato. Al 9′ è ancora il bomber neroverde a liberarsi di un difensore e provare la gran botta costringendo Prieto alla difficile parata.

All’11′ il duello fra le due si ripete e Prieto si salva in due tempi. Al 18′ la costante pressione del Chieti è finalmente premiata: sul calcio d’angolo di Russo è Luisa Esposito a girare a rete al volo, la palla sbatte su entrambi i legni finendo dentro.

Le neroverdi ora ci credono e vanno ancora una volta alla conclusione prima con Stivaletta al 22′ (palla a lato), poi con Russo direttamente da calcio d’angolo con il pallone che viaggia sulla linea di porta ma non entra al 28 ed infine con Kokany al 35′ (palla a lato di un soffio). C’è tempo anche per una grande parata di Falcocchia al 41′ sul tiro di Bistrian. Quando il risultato sembra incanalarsi sull’1-1 ecco invece il gol partita dell’Apulia Trani al 43′: Falcocchia rinvia corto per Giulia Di Camillo che viene anticipata da Bistrian, palla di quest’ultima al centro per Rus che non si fa pregare mettendo in rete fra la gioia del pubblico locale.

Non succede più nulla fino al fischio finale del direttore di gara che sancisce il successo dell’Apulia Trani che festeggia tre punti importantissimi per la rincorsa alla vetta della classifica ancora però nelle mani del Chieti. Il campionato dunque si riapre facendosi sempre più avvincente.

Tanta l’amarezza in casa neroverde per un pareggio sfuggito che avrebbe disegnato una classifica decisamente diversa. Ora bisognerà resettare tutto e cancellare in fretta la bruciante sconfitta di Trani lavorando al meglio per riprendere subito un cammino vincente che finora aveva portato a ben diciassette vittorie consecutive (sedici escludendo quella con l’Aprilia).

Domenica prossima il campionato si ferma: l’Apulia Trani recupererà il match casalingo con la Res Roma avendo così la grande occasione di portarsi a soli due punti dal Chieti in caso di vittoria.

Fra due settimane per le ragazze di Mister Lello Di Camillo altra insidiosa trasferta a Lecce.

TABELLINO DELLA GARA:

 

APULIA TRANI – CHIETI CALCIO FEMMINILE 2-1

 

Apulia Trani: Prieto, Spallucci, Chiapperini (19′ st Sgaramella), Bistrian, Rus, Chiper, Mitul, Lissom, Maknoun, Delvecchio, Colesnicenco.

A disp.: Di Bari, Stanciu, Ventura, Corvasce, Corso, Manzi, Manta, Mallardi .

All.:

Chieti Calcio Femminile: Falcocchia, Di Camillo Giada (15′ st Vizzarri), Russo, Martella, Cutillo, Esposito L. (30′ st Kokany), Stivaletta, Di Camillo Giulia, Carnevale, Esposito V., Giuliani.

A disp.: Seravalli, De Vincentiis, Di Sebastiano, Colavolpe, Di Domenico, D’Intino, Passeri.

All.: Di Camillo Lello

Arbitro: Liotta di Castellamare di Stabia

Assistenti: Colapinto di Molfetta e Scolamacchia di Barletta

Marcatrici: 18′ pt Maknoun, 18′ st Esposito L., 43′ st Rus

Ammonite: Lisson e Colesnicenco (A); Esposito L., Carnevale e Giuliani (C)

 

IMPRESSIONI POST PARTITA DI GIADA DI CAMILLO:

“C’è tanto rammarico. Non ci aspettavamo questa sconfitta: anche se non siamo arrivate all’impegno con la giusta forma fisica, pensavamo di affrontarlo meglio sul piano motivazionale. C’è stato qualcosa che non è andato a livello di approccio alla partita, ma non perché abbiamo sottovalutato l’avversario che anzi sapevamo essere molto valido e soprattutto motivato. È stata una mancanza di umiltà e sacrificio a mio giudizio da parte nostra: a differenza di altre volte siamo riuscite a mettere poco in pratica tutto ciò che il mister ci aveva detto in settimana e questa è la nostra colpa principale che poi ci ha portato a subire il gioco dell’Apulia Trani. Nel primo tempo abbiamo lasciato loro troppo margine di manovra, nel secondo invece no, ma non è bastato. Ci sono stati errori nella gestione del pallone sia in fase difensiva che offensiva. Abbiamo perso l’imbattibilità stagionale, ma non il primo posto in classifica. Finora abbiamo fatto un ottimo lavoro, era da mettere in conto un passo falso che ovviamente avremmo evitato volentieri.

In un cammino lungo come quello del nostro campionato era sicuramente impensabile non perdere mai: è successo ora con una squadra molto forte. Ci lecchiamo le ferite, ma siamo altrettanto consapevoli che comunque la classifica parla ancora a nostro favore. Da martedì torneremo a lavorare al meglio per cercare di non sbagliare più e riprendere il bel cammino fatto finora. Ci avrebbe fatto sicuramente bene rigiocare già domenica prossima senza osservare il turno di riposo: soffriamo molto giocare un campionato spezzettato, mantenere una certa continuità non è facile. Ci prendiamo questa pausa però per recuperare le forze e le energie con la voglia di tornare più forti di prima. La chiave sarà rimetterci a disposizione del mister al cento per cento: è lui la voce da seguire. Ho molta fiducia in lui e in ciò che ha insegnato e sta insegnando anche alle giocatrici meno esperte. È importante tornare a seguire le sue indicazioni.

Ci tengo a ringraziare a nome della squadra tutte le persone che sono venute a Trani a sostenerci facendoci sentire il loro calore: sarebbe stato bello festeggiare una vittoria insieme, purtroppo così non è stato. Promettiamo di impegnarci fino alla fine per poter poi magari festeggiare qualcosa di più importante a fine stagione”.

 

Foto di Andrea Milazzo

Pubblicato sotto: Sport