Il Parco dell’Infanzia di via Tavo sarà riqualificato


don ciotti

Sì dell’amministrazione comunale di Pescara al progetto della Fondazione Caritas per la riqualificazione e la rinascita del Parco dell’infanzia in Via Tavo. L’area verde, al momento chiusa, è stata di recente oggetto di un sopralluogo del fondatore di Libera, don Luigi Ciotti che, con la Caritas e l’amministrazione durante un convegno organizzato a Pescara, ha lanciato l’idea di una rete di associazioni per dare al Parco nuova vita, restituirlo alla fruibilità e lanciare un segnale forte di lotta al degrado da una delle zone più sensibili del territorio cittadino.

Con la delibera aderiamo al progetto della Caritas che prevede il coinvolgimento del mondo delle associazioni per la gestione del parco e la sua conseguente riqualificazione – illustra l’assessore al Verde pubblico Laura Di Pietro – Si tratta di un cammino cominciato da tempo, fortemente voluto dal sindaco e dall’amministrazione, che finalmente entra in una fase operativa che avrà tempi serrati. Teniamo il parco chiuso e lo resterà finché non avremo progetto efficace, capace di mettere a frutto le risorse pubbliche perché si trasformino in un bene per la comunità. Per raggiungere questo obiettivo serve un progetto concreto, che tolga il parco dal degrado e lo restituisca alla città, anzi, alla cittadinanza attiva: questo l’intento che ci ha mosso a cercare la collaborazione delle associazioni e che ci muove perché dalla zona parta un segnale importante. L’appello promosso da Libera per la cordata fra associazioni è una garanzia, il progetto presentato dalla Fondazione Caritas che agisce su tutti i livelli di bisogno sociale è una certezza della qualità dell’intervento”.

Parco via tavo
Parco via tavo

Tre le linee di azione impostate dalla Caritas nel progetto iniziale: la riattivazione e gestione del Parco dell’Infanzia; l’animazione socio-culturale della comunità del quartiere Rancitelli; il cantiere del fare con corsi e percorsi dalla periferia per coinvolgere la cittadinanza. Obiettivi che coinvolgono tutte le fasce della popolazione, dai piccoli agli anziani.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *