Sistema portuale abruzzese, le associazioni di categoria incontrano Delrio


Il ministro dei Trasporti Delrio

Un incontro tra le associazioni di categoria di Chieti e Pescara e il Ministro dei Trasporti Graziano Delrio è stato fissato per il prossimo 8 marzo. Con riferimento al nuovo piano delle autorità portuali realizzato dal governo che mette l’Abruzzo, con i porti di Ortona e Pescara, sotto la giurisdizione di Ancona, le principali associazioni di categoria hanno ottenuto un incontro presso il Ministero dell’Economia ed incontreranno Delrio, rendendosi attivi protagonisti della tutela dei legittimi interessi dell’imprenditoria legata al sistema portuale abruzzese. Le associazioni, ritenendo i porti abruzzesi centrali nell’asse di collegamento naturale tirreno-adriatico, hanno già presentato al Ministero e al Presidente D’Alfonso un documento che illustra le ragioni di questa scelta di campo.

“Dobbiamo esporre al ministro la necessità di porre l’Autorità portuale di Civitavecchia quale competente sui nostri porti in quanto elemento di un sistema naturale di connettività tirreno-adriatica”. Così Gennaro Zecca, Presidente di Confindustria Chieti Pescara, promotore dell’iniziativa, che prosegue: “La posizione geografica dell’Abruzzo al centro della macroregione Adriatico-Ionica, in linea con la direttrice Est-ovest sul corridoio che collega naturalmente Barcellona con Civitavecchia e Roma e lo proietta naturalmente verso i Balcani, rappresentano fattori competitivi molto importanti, richiamati anche nel Piano nazionale strategico della portualità e della logistica, che impone anche una stretta connessione tra aree logistiche integrate”.

Le associazioni partecipanti all’incontro sono per Pescara e Chieti Ance, Confindustria, Cna, Confesercenti. Confartigianato e Confcommercio di Pescara.