Penne, inaugurata la storica succursale del Marconi


Studenti a Penne

Una partecipatissima inaugurazione quella di Penne per festeggiare la riapertura della succursale “S. Giovanni” dell’istituto tecnico statale “G. Marconi”  (dal nome della chiesa dietro al palazzo) attesa da studenti, docenti e dagli stessi cittadini della città vestina. Dopo oltre 7 anni la campanella della storica sede è tornata a suonare per gli studenti del corso Geometri e non solo.

“Il presidente della Provincia – dichiara la dirigente scolastica Angela Pizzi –  ha vinto la sua sfida: per anni avevamo ascoltato promesse di immediate riaperture, ma solo oggi, dopo tre lunghe fasi di interventi per la messa in sicurezza e per l’adeguamento sismico. Vincendo l’incredulità di quanti, tra docenti, dirigenti e cittadini, avevano ascoltato gli annunci degli anni passati, il presidente della Provincia è riuscito nell’intento di riconsegnare questo palazzo e questa sede alla comunità scolastica e alla comunità tutta”.

Tante le autorità presenti, il sindaco della città di Penne Rocco D’Alfonso, il consigliere provinciale Ennio Napolitano, i sindaci dell’area vestina, il comandante provinciale dei carabinieri, docenti ed ex docenti, perfino la precedente dirigente scolastica Sanvitale, oggi preside dell’Aterno Manthoné. Ma oltre a loro gran parte della cittadinanza ha partecipato ad un evento che ha riportato il palazzo al suo storico splendore storico e architettonico.

Tre piani interamente ristrutturati, una dozzina di aule,  pavimentazioni nuove e stanze luminose e adeguate alle più innovative esigenze cui la scuola deve fare fronte per stare ai passi con la moderna società e con le sue dure leggi.

“A breve – ha affermato Di Marco –  ovvero entro fine mese, circa 100 studenti lasceranno la sede provvisoria di Corso Alessandrini. Non è stata una casualità la scelta che abbiamo fatto qui, a Penne, per riaprire la sede distaccata della scuola in centro storico. È stata una decisione condivisa e riflettuta. Questo istituto – ha continuato – per me rappresenta il cuore nuovo della vita scolastica della città. Non avrebbe senso che i ragazzi di questa cittadina frequentassero un omologo corso di studi a Montesilvano o a Pescara. Qui c’è tutto quello che serve agli studenti, dalle strutture al corpo docente: il presidio del territorio non lo fanno solo le istituzioni, ma anche le famiglie”.

Il sindaco di Penne, Rocco D’Alfonso, ha incentrato il suo intervento sui riflessi che alcune mirate scelte della Provincia hanno avuto sulla vita della città e a favore dell’incremento dei turisti. “Grazie all’ingresso di Penne nel Club dei “Borghi più belli d’Italia”, di cui Di Marco è il coordinatore regionale, la presenza turistica nella nostra città è cresciuta del 20/25%. Inoltre gli studenti del corso turistico dell’istituto tecnico Marconi, svolgono stage nel centro di informazione turistica del Comune, contribuendo a migliorare l’offerta turistica della città. Insomma se si lavora bene, i risultati arrivano, a quanto pare. Ma questo è stato possibile anche al coraggio di alcune scelte, come quella di sforare il Patto di stabilità nel 2015, cosa che ci ha consentito di approvare il bilancio con il quale abbiamo dato una spinta decisiva alla realizzazione di opere come quella che abbiamo inaugurato oggi”.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *