Agroalimentare, rispetto dell’ambiente e della persona: seminario a Teramo


Agroalimentare

Si svolgerà mercoledì 20 aprile alle 16.30, presso il Campus universitario “Aurelio Saliceti”di Coste sant’Agostino, il convegno incentrato sul tema della compatibilità tra ricerca, innovazione rispetto dell’ambiente e dignità della persona. Il seminario di studio, destinato principalmente agli studenti ma aperto come sempre a tutta la cittadinanza, organizzato dall’Ufficio Diocesano per la Pastorale Universitaria, si inserisce nel filone tematico programmato per il corrente anno accademico dal titolo “Prospettive per un nuovo umanesimo”, con l’intento di sviluppare ed ampliare gli orientamenti emersi dall’ultimo Convegno Ecclesiale di Firenze per la Chiesa e il mondo di oggi. In precedenza si sono affrontati i temi dell’ospitalità e dell’accoglienza, quelli delle migrazioni dei popoli e delle persecuzioni religiose, mentre fuori dagli ambiti accademici si sono affrontati i temi della condizione giovanile odierna, dell’individualismo e della cooperazione.
Inoltre con le attività dell’Ufficio sono offerte opportunità di volontariato per gli studenti ed i giovani, sia attraverso il servizio alla mensa diocesana della Caritas, sia attraverso uno specifico progetto presso la Casa Circondariale di Castrogno a favore dei detenuti.
Il programma prevede anche una serie di gite ed escursioni culturali in Italia. Nello specifico, al seminario di studio interverrà anche Antonio Gaspari, responsabile editoriale dell’Agenzia Zenit, il cui servizio riguarda principalmente le attività e i documenti della Santa Sede ma senza trascurare temi che riguardano l’attualità internazionale, la giustizia sociale, la famiglia, la bioetica, i diritti umani e la libertà religiosa.
Antonio Gaspari è giornalista e scrittore, accreditato presso la Sala Stampa Vaticana e collabora con diversi organi di stampa nazionali ed internazionali.  E’ esperto di politiche demografiche ed ambientali e dirige il master di Scienze Ambientali presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. L’attenzione del seminario si sofferma sulla domanda cruciale e fondamentale che l’etica della scienza dovrebbe sempre tenere presente:, ovvero fino a che punto è lecito spingersi con l’innovazione e lo sviluppo soprattutto quando ci si occupa di ambiente e si ha a che fare con gli alimenti per l’uomo? Com’è possibile mantenere il giusto equilibrio tra ricerca, innovazione e rispetto dell’ambiente e della persona umana?
Dopo le considerazioni degli esperti di produzioni animali, di alimenti, sostenibilità dell’ambiente e salute dell’uomo, si guarderà alla luce e agli orientamenti che vengono dall’Enciclica “Laudato si”, cercando di lasciare anche lo spazio necessario per il dibattito e gli interventi del pubblico.