Campo Imperatore, una targa per celebrare Bud Spencer


Bud_Spencer_e-Terence-Hill

di MARCO BRUNO

Anche l’Abruzzo rende omaggio a Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer, recentemente scomparso.

L’attore, interprete di moltissime pellicole cult, sarà ricordato con una targa apposta a Campo Imperatore, ossia nel luogo dove venne girata una scena del film “Continuavano a chiamarlo Trinità”, assieme all’amico Terence Hill. Il presidente del Parco Gran Sasso e Monti della Laga, Tommaso Navarra, ha ufficializzato l’iniziativa con parole di affetto e di stima dirette al gigante buono del cinema italiano: “Il Parco monterà i prossimi giorni nel meraviglioso scenario di Campo Imperatore (…) un pannello (…). Un personaggio amato anche dalla nostra gente che ha saputo trovare nello spettacolo superbo del nostro meraviglioso territorio il giusto scenario per ambientare pagine indimenticabili della storia cinematografica”(Fonte: Abruzzolive.it).

Il film del regista Enzo Barboni, sequel di un altro celebre film (“Lo chiamavano Trinità”), fu campione d’incassi per il periodo 1971-72 e registrò, pertanto, una grandissima affluenza di pubblico nelle sale. Il genere era quello dello spaghetti western, oggi rivalutato anche grazie all’interesse del regista americano Quentin Tarantino (basti pensare che, nella colonna sonora del   suo “Django unchained”, il cineasta ha riproposto un pezzo composto da Franco Micalizzi per “Lo chiamavano Trinità) . Il film, dunque, trovò proprio nel territorio aquilano una magnifica cornice e un perfetto set naturale per le avventure dei due protagonisti. L’iniziativa del Parco, quindi, è assolutamente lodevole.