Pescara, da oggi il servizio di interpretariato per non udenti


Servizio di interpretariato per non udenti

Al via da oggi il nuovo protocollo per il servizio di interpretariato riservato ai non udenti. Il sindaco e l’assessore Di Pietro: “Con l’intesa il Comune di Pescara apre la strada all’integrazione di tutti i cittadini”.

Sarà attivo da oggi il protocollo d’intesa firmato oggi in conferenza stampa tra il Comune di Pescara e l’associazione Voci in Movimento che si è aggiudicata il bando per il servizio di interpretariato “per non udenti” presso l’Urp di Pescara che si potrà attivare facendo una richiesta via mail all’indirizzo urp@comune.pescara.it. Si tratta di un esordio regionale per la città, che ha avviato il servizio con la firma dell’intesa a cui erano presenti il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore all’Urp Laura Di Pietro, la presidente dell’associazione Voci in Movimento Sara Magistro, la responsabile dell’Urp Elena Casalini e i rappresentanti e interpreti dell’associazione.

“Si tratta di un passo avanti nel cammino dell’integrazione – dice l’assessore all’Urp Laura Di Pietro – Durante la giornata internazionale della disabilità l’Amministrazione ha aderito alla Convenzione universale dei diritti delle persone con disabilità, in quell’occasione abbiamo lanciato un bando per avere un interprete all’Urp a costo zero per l’Ente e per la cittadinanza che ne ha bisogno, perché renda più agevole ai cittadini non udenti il dialogo con la Pubblica amministrazione. Per attivare il servizio basta scrivere una mail al Comune all’indirizzo urp@comune.pescara.it, prendere un appuntamento, descrivendo la tipologia di richiesta. In base alla disponibilità degli interpreti dell’associazione Voci in Movimento, raggrupperemo tutte le richieste e accompagneranno il cittadino in fra gli sportelli di competenza. Si tratta di un servizio che verrà attivato per sei mesi, ma a cui saremo felici di dare ancora più strada, rispondendo a richieste che fino ad oggi erano rimaste nel cassetto”

“Siamo felicissimi che questo servizio possa decollare e ringraziamo l’Amministrazione – aggiunge Sara Magistro, presidente di Voci in Movimento – Appena abbiamo saputo del bando l’associazione ha chiesto di partecipare, perché pur se siamo nati da poco tempo, siamo consapevoli della bontà e dell’importanza di prestare questo servizio: l’obiettivo è quello di divulgare al massimo la lingua dei segni e aiutare quelle persone che troppe volte vengono emarginate perché si trovano in una condizione di disabilità sensoriale. Per favorire l’integrazione siamo disposti a mettere a disposizione tutti i nostri professionisti, si tratta di psicologi, insegnanti e soprattutto interpreti della lingua Lis, per accompagnare la comunicazione con gli uffici comunali. Il nostro mondo coinvolge, fra soci ordinari e sostenitori, circa una ventina  di soggetti, tutti di varie competenze: insegnanti di sostegno, assistenti alla comunicazione, docenti, questo gruppo si è appassionato ad un problema che fino ad oggi era rimasto tale nella Pubblica Amministrazione e hanno deciso di affiancarci in questa bella sfida. Nell’area di Pescara città ci sono circa 120 persone non udenti, che da domani avranno una risposta concreta nella comunicazione con il mondo della burocrazia che li interessa come tutti i cittadini”.

“Quello dell’integrazione a tutti i livelli è un impegno assunto durante la campagna elettorale – conclude il sindaco Marco Alessandrini – sono felice di tenere fede con la firma di questo protocollo a una precisa richiesta fatta allora dalla comunità dei sordomuti. Penso che quello che comincerà domani sia un bel lavoro, perché è un altro passo avanti rispetto alla città dei diritti che è una città che ci piace, in quanto facilita la vita delle persone e aiuta nella richiesta di atti e documenti amministrativi chi non ha la possibilità di farlo. Ci fa, inoltre, piacere il fatto che Pescara sia il primo Comune d’Abruzzo a fare questo passo, che ci auguriamo sia da apripista ad una sfida importante che vogliamo adottare con impegno e soluzioni concrete”.