A Caldari di Ortona la fontana del vino


La fontana del vino a Estella

di ANDREA LA ROVERE

Il 9 ottobre, a conclusione dell’evento “D’ora e sempre”, organizzato dalla cantina Dora Sarchese dove si effettuerà la raccolta e pigiatura del Montepulciano Storico, verrà inaugurata la prima fontana del vino italiana.

La cerimonia, prevista per le ore 17, si svolgerà a Caldari di Ortona (Chieti), luogo prescelto per quella che, a tutti gli effetti, sarà in Italia la prima fontana di questo tipo a funzionare tutto l’anno, visto che quelle già esistenti di Carosino (Taranto), San Floriano del Collio (Gorizia) e Marino (Roma) sono fruibili solo in particolari occasioni quali feste patronali o ricorrenze speciali.

Questa peculiare fontana si trova lungo il tracciato del Cammino di San Tommaso, percorso spirituale e turistico che collega Roma a Ortona, la bella cittadina abruzzese affacciata sul Mare Adriatico, che custodisce all’interno della propria cattedrale le spoglie dell’Apostolo ed è promossa, come d’altronde lo stesso Cammino, da un’associazione no-profit che conta oltre cento soci.

L’idea della fontana è stata concepita da Dina Cespa e Luigi Narcisi, due infaticabili camminatori che hanno percorso migliaia di chilometri in Italia, ma anche nel resto del mondo, dalle vette himalayane al Cammino di Santiago.

Ed è stato proprio riordinando foto e ricordi accumulati lungo il cammino che porta al santuario spagnolo che Dina si è ricordata della fontana del vino posta a Estella, ridente cittadina navarra, come segno di buona accoglienza delle migliaia di pellegrini che vi transitano.

E così, quasi per gioco, è nata l’idea di replicare l’iniziativa presso il nostro santuario; Dina ha inviato la foto all’imprenditore Nicola D’Auria che, proprio lungo il Cammino di San Tommaso, possiede la cantina vinicola Dora Sarchese; inaspettatamente la proposta ha suscitato l’entusiasmo di D’Auria che, con la collaborazione dell’architetto Rocco Valentini, autore del progetto della fontana, ha deciso di raccogliere l’invito e dare seguito all’iniziativa.

L’appuntamento è dunque per il 9 ottobre a Caldari di Ortona, per gustare un bicchiere del nostro vino e immergersi al contempo nella spiritualità del Cammino di San Tommaso.