Chieti, quale destinazione per la sede della ex biblioteca De Meis?


il-futuro-della-ex-bibilioteca-de-meis

Futura destinazione ex De Meis: i giovani prendono la parola venerdì 4 novembre 2016 alle ore 17, presso la sala del Consiglio provinciale di Chieti, per illustrare i risultati della consultazione partecipativa degli studenti degli istituti Superiori di Chieti sul futuro della ex sede della biblioteca De Meis.

Il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti ha organizzato una consultazione partecipativa che ha coinvolto oltre duemila studenti delle ultime tre classi di tutti gli Istituti Superiori della nostra città per conoscere quale destinazione secondo i giovani sarebbe preferibile venisse data alla ex sede della “De Meis” in piazza Templi Romani (la struttura resistita al crollo è composta di tre piani per un’estensione complessiva di circa 600 mq e un vasto piazzale esterno) una volta conclusi i lavori di messa in sicurezza e recupero estetico urbanistico del complesso. Com’è noto, i lavori di recupero funzionale del luogo nel cuore del centro storico, unitamente al trasferimento della Biblioteca De Meis presso l’ex Ospedale militare, hanno formato oggetto della petizione che nel 2014, in poco più di un mese, ha raccolto l’adesione di 8.050 cittadini. Gli studenti sono stati coinvolti attivamente, attraverso le loro rappresentanze e associazioni – Associazione Collettivo Studentesco di Chieti, Gruppo Culturale “Biblioteca Moderna G.B.Vico”, Kiwanis Key Club Galiani de Sterlich, Rappresentanti d’Istituto del Gonzaga – a condividere fin dall’inizio le finalità dell’iniziativa e hanno contribuito fattivamente alla realizzazione del questionario (rigorosamente anonimo e privo di richieste di dati sensibili) con la consulenza di una nota studiosa e sociologa, la prof.ssa Eide Spedicato Iengo.

Piena disponibilità e collaborazione vi è stata da parte dei Dirigenti scolastici e degli insegnanti di tutte le Scuole Superiori che il Comitato vivamente ringrazia: “N. da Guardiagrele”, “Galiani-de Sterlich”, “I. Gonzaga”, “F. Masci”, “U. Pomilio”, “L. Savoia”, “G.B. Vico”. L’iniziativa, intesa a promuovere soluzioni capaci di rendere più a misura di giovani e più accogliente Chieti, città di studi per lunga tradizione e centro universitario, ha permesso di condividere con il mondo scolastico una importante esperienza di promozione dell’ascolto del punto di vista e dei bisogni della componente giovane della comunità, favorendo la cultura della partecipazione alle scelte sulle funzioni di luoghi e servizi pubblici. Il risultato del sondaggio, occasione anche di riflessione per i ragazzi sui propri bisogni e su come strumenti di democrazia partecipativa possano stimolare la positiva interlocuzione con le Istituzioni, sarà illustrato dagli stessi studenti attraverso video-proiezioni. Interverranno alla presentazione: Eide Spedicato Iengo, già professore di Sociologia generale presso l’università G.d’Annunzio di Chieti, Mario Pupillo, presidente della Provincia di Chieti, Umberto Di Primio, sindaco del Comune di Chieti.