Referendum, SI Abruzzo in piazza per il NO Renzi Day


Referendum. Gli esponenti Sel-Sinistra Italiana. Foto Doriana Roio

Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016: Sinistra Italiana Abruzzo in piazza a Pescara per il NO Renzi Day.

Giovedi 10 novembre Sinistra Italiana Abruzzo parteciperà alla manifestazione ‘No Renzi Day’  che avrà luogo a Piazza Sacro Cuore alla 18.30, indetta da movimenti e comitati per esprimere il proprio No alle politiche del Governo Renzi e al Referendum sulla riforma costituzionale. Giovedi, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi sarà a Pescara per inaugurare il Festival delle Letterature dell’Adriatico e per la campagna referendaria per il Si, presenza ritenuta da Sinistra Italiana Abruzzo inopportuna: “Non sfugge a nessuno che il Presidente del Consiglio e l’intero partito democratico si giocano la partita della vita con il referendum del 4 dicembre e per questo riteniamo inopportuna in questo contesto la presenza del Premier al Fla2016. Come partito ci siamo battuti da subito contro una riforma che concentra tutto il potere nelle mani di pochi. L’obiettivo? Fare meglio gli interessi dei soliti pochi. C’è chi vuole un parlamento ancora più obbediente e inutile. Noi no!”

“In caso di vittoria del Si – sottolineano gli esponenti di SI Abruzzo –  il Premier verrà eletto direttamente garantendosi il controllo della maggioranza assoluta della Camera. La gran parte dei deputati saranno nominati dai partiti, il Senato non viene abolito ma viene tolto ai cittadini il potere di eleggere i suoi membri. Verrà ridotta l’autonomia per territori e regioni, e mancherà un contrappeso efficace ai poteri dell’esecutivo come avviene nel vero presidenzialismo.Crediamo sia importante accoglierlo alla nostra maniera, ovvero riempiendo le strade di Pescara con un corteo pacifico e colorato per dimostrare al Premier che c’è un paese reale mobilitato in questi anni in difesa della scuola pubblica, dei beni comuni, dei diritti del lavoro, dell’ambiente e che soprattutto vuole difendere la Costituzione ancora così attuale e in parte inapplicata”.