Guardia costiera, sequestrato oltre mezzo quintale di tonno rosso


Sequestro-tonno-rosso

Ben 576 kg di tonno rosso (thunnus thynnus), equivalente a 17 esemplari, sono stati sequestrati nella notte di ieri, giovedì 10 novembre, in un’operazione della Guardia Costiera di Pescara.

Il prodotto ittico risulta, infatti, catturato in periodo non consentito presumibilmente da diportisti, che hanno provveduto a sbarcare lungo il fiume Pescara, dopo gli spazi portuali gli esemplari – probabilmente destinati al mercato nero della capitale – dandosi, poi, alla fuga appena compreso di essere osservati dai militari. Il sequestro si inserisce nell’ambito dell’attività di polizia marittima della Guardia Costiera tesa ad assicurare il rispetto della normativa nazionale ed europea sulla pesca del tonno rosso. Il prodotto sequestrato, dichiarato idoneo al consumo umano dal servizio veterinario dell’Asl di Pescara, è stato devoluto in beneficenza. I militari della Guardia Costiera continueranno con le attività di controllo e vigilanza sulla filiera della pesca per la tutela dei consumatori e di tutti i commercianti rispettosi delle regole e della legge.