Oddo: “Contro l’Atalanta non sarà una passeggiata”


Massimo-Oddo-durante-la-conferenza-stampa-

Dopo la buona prova offerta contro la Roma, soprattutto nel secondo tempo, il Pescara di nuovo torna in campo oggi pomeriggio per il quarto turno di Coppa Italia, di scena a Bergamo, sul campo dell’Atalanta. Sarà una partita secca: chi vince affronterà la Juventus.

Mister Oddo torna di nuovo a parlare presso il centro sportivo Delfino Pescara prima dell’allenamento a porte chiuse e durante la conferenza stampa ha fatto il consueto punto della situazione in vista della partita di Coppa Italia: “Il modulo con tre difensori non va in archivio, ogni volta valuteremo cosa fare – dichiara Oddo – potrà tornare utile in futuro. Contro la Roma all’inizio siamo andati in difficoltà perché ci ha spiazzato, poi nel corso della partita abbiamo cambiato assetto e nella ripresa c’è stata una grande reazione da parte della squadra. Questa è la cosa più importante, anche se i punti non sono arrivati. Dobbiamo avere quella cattiveria e quel furore agonistico con il Cagliari, ma non dobbiamo commettere l’errore di pensare che sia una partita facile. Verre? Non ho mai negato che per noi sia quasi imprescindibile, ma come lui altri. In una squadra come il Pescara c’è bisogno dell’apporto di tutti. Ed è importante avere a disposizione tutti per poter scegliere”.

Oddo si sofferma poi sui singoli: “Manaj? Lo dovete considerare come un giocatore della Primavera che si allena con i grandi. Non esiste nessun caso Manaj. Gyomber e Fornasier spero di recuperarli per domenica. Bahebeck? In questo momento mi sento in dovere di difendere lo staff medico mi dispiace che venga attaccato senza senso. La maggior parte degli infortuni sono da trauma. Clinicamente il ragazzo stava bene. Lo staff medico e quello atletico è lo stesso dello scorso anno quando non abbiamo avuto problemi”.

E ora un appunto sul mercato di gennaio: “Questo non è il momento di pensare al mercato, ci sono ancora delle partite importanti nelle quali dobbiamo lottare con tutto il nostro orgoglio e le nostre forze. Per quanto riguarda la partita contro l’Atalanta non andiamo per fare una passeggiata, ma a fare la nostra partita. Ci sarà spazio per chi non ha mai giocato”.

Come Muric?

“Sì. Porto 4 o 5 Primavera, contando anche che Benali e Crescenzi hanno problemi”.

Pubblicato sotto: Sport