L’Aquila, capitale delle politiche del Centro turistico giovanile


Piazza Duomo L'Aquila

Una quattro giorni per la terza edizione di Piazza Ctg (Centro Turistico Giovanile) organizzata dal Gruppo CTG Noi Celestino del Movimento Celestiniano dell’Aquila. Appuntamento dal 28 ottobre al 1° novembre.

Oltre 150 operatori provenienti da tutta Italia si confronteranno per quattro giorni sui temi del turismo  sociale e culturale. Un turismo cioè che favorisce la socialità delle persone, il loro stare assieme, un turismo che è diritto di tutti e deve essere reso accessibile a tutti; un turismo che accresce la cultura di chi lo pratica perché aiuta ad incontrare, scoprire e conoscere. Per questo ogni anno i gruppi si incontrano per mettersi in “piazza” come modo per comunicare e scambiarsi esperienze, eccellenze e specialità confrontandosi con i soci esperti nell’elaborazione di proposte e di nuovi modelli, insieme a coloro che vantano esperienze particolari nella musica, nell’arte, nel teatro, nell’enogastronomia e via dicendo, per un’ efficace innovazione nelle pratiche turistiche associative.

“Sono tre i motivi che ci hanno spinto ad organizzare all’Aquila la nostra Festa annuale – spiega il Segretario generale del CTG Alberto Ferrari– il primo riguarda proprio il nostro riconoscimento al gruppo che lavora su questo territorio, impegnato da sempre a promuovere le bellezze dell’Abruzzo con particolare riferimento agli antichi itinerari sulle tracce di Celestino V. Il secondo, invece, si rifà alla vostra storia recente ed è un nostro segno di solidarietà e speranza per una terra duramente colpita dalla furia della natura; il terzo riguarda invece proprio la bellezza dei luoghi che visiteremo tutti insieme e che questa regione regala in modo unico originale, dall’asprezza suggestiva e ascetica delle sue montagne all’azzurro infinito del mare passando per le sue verdissime valli”.

“Partecipare a Piazza Ctg vuol dire entrare in una grande famiglia  – aggiunge Alessandra Giorgi Presidente del gruppo Ctg Noi Celestino – dove vale la regola dell’aggiungi un posto a tavola per conoscere altri luoghi, altre storie e far conoscere la propria in modo originale. Partecipare a Piazza Ctg significa anche avere l’occasione di riflettere su temi di importanza nazionale come l’attuale Riforma sul Terzo Settore oppure presentare le proprie idee imprenditoriali per capire come trasformarle in realtà “.