L’Aquila chiama Oybin, si rinnova il gemellaggio


L'Aquila chiama Oybin

Nuovi scambi culturali e turistici tra Italia e Germania in virtù del gemellaggio tra le associazioni DMC Cammino del Perdono dell’Aquila e l’associazione Historische MONCHZGE BERG di Oybin, che sarà rinnovato il 1° maggio.

Il primo maggio prossimo presso il Palazzetto dei Nobili dell’Aquila a partire dalle ore 9.00 del mattino e per tutta la giornata le due associazioni si confronteranno sulle possibilità di collaborazione per il rilancio dei territori  Oybin in Germania con i suoi monasteri medievali e L’Aquila città Celestiniana. Durante la giornata di lavoro, organizzata dal Centro Studi Celestiniana del Movimento Celestiniano, sono previste alcune pause dedicate ad una visita guidata al centro storico dell’Aquila e alla partecipazione ad un concerto vocale offerto dagli amici di Oybin presso la Basilica di Santa Maria di Collemaggio. Sarà conferita a due responsabili dell’associazione tedesca l’onorificenza di “Cavaliere di Celestino”, ed è previsto un omaggio dei tedeschi all vittime del sisma del 2009 presso la cappella della Memoria nella Chiesa delle Anime Sante.

Il Centro Studi Celestiniani è gemellato da oltre dieci anni con l’associazione Historische MONCHZGE BERG di Oybin in Germania, dove dal 1300 al 1500 operavano in un importante monastero, ancora in diocesi di Praga, i monaci Celestini. Nel 2008 dopo mesi di contatti, cinquanta rappresentanti di questa associazione, hanno fatto visita all’Aquila soggiornandovi per alcuni giorni. L’anno seguente, il 2009, era stata programmata la visita degli aquilani in Germania, ma purtroppo il terremoto ha annullato questo progetto; i contatti però non si sono mai interrotti e con essi aiuti tangibili che gli amici tedeschi hanno inviato alla popolazione aquilana dopo il dramma del 2009. Dopo dieci anni, appunto, una delegazione di circa 60 amici tedeschi ci onorerà ancora, nei prossimi giorni, della loro presenza. Il programma di scambi prevede altre due giornate: il 3 maggio a Sulmona con visita ai luoghi celestiniana e il giorno successivo a Ferentino e Fumone, centri dove è forte la presenza di Celestino V.