Teramo: Piano anticorruzione e del Piano trasparenza per il triennio 2022-2024


teramo chiesa

Così come previsto nel “Regolamento sui Diritti e Doveri di Partecipazione, di democrazia diretta e partecipativa e di informazione dei cittadini”, approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 30 Giugno 2020, è stata avviata la procedura per l’istituzione delle Consulte comunali. Finalità di tali organismi è di formulare progetti e strategie di sviluppo, ciascuna per ogni ambito, che rientrano nelle attività amministrative degli organi di governo, assicurando il costante collegamento con i cittadini, raccogliendo o riportando i bisogni, le esigenze e le idee nelle materie di competenza.

In tale ottica, le Consulte possono fornire pareri non vincolanti e formulare istruttorie su temi specifici, su esplicita richiesta del Sindaco, dell’Assessore competente, della Giunta Comunale, del Consiglio Comunale o delle Commissioni Consiliari.  Le Consulte comunali sono composte da cittadini e sono improntate su snellezza, autonomia e capacità decisionale. Ciascuna Consulta è composta da un numero minimo di cinque membri e massimo di venticinque e la composizione deve garantire che ciascun genere non sia rappresentato in misura inferiore ad un terzo dei membri.

Allo scopo di formare le Consulte, è stato avviato il procedimento con le quali si invitano i cittadini interessati a presentare la propria candidatura. Sul sito dell’ente, al seguente link: https://www.comune.teramo.it/servizi/vita-lavorativa/consulte-comunali/30-126.html sono fornite le informazioni al riguardo ed è pubblicato il modulo per la presentazione della candidatura, da inviare entro e non oltre il 10/01/2022 nelle modalità indicate nell’Avviso stesso.

 

Nella Sezione “In Primo Piano” del sito ufficiale dell’ente è on-line l’ Avviso pubblico per l‘aggiornamento del Piano anticorruzione e del Piano trasparenza per il triennio 2022-2024.

La pubblicazione risponde alla intenzione di assicurare forme di consultazione con il coinvolgimento dei cittadini e delle organizzazioni portatrici di interessi collettivi, come peraltro previsto nel Piano Nazionale Anticorruzione e suoi aggiornamenti. Sarà pertanto possibile, da parte di cittadini e tutte le Associazioni o altre forme di organizzazioni portatrici di interessi collettivi, presentare eventuali proposte, suggerimenti e/o osservazioni di cui l’Amministrazione terrà conto ai fini della formulazione definitiva del Piano, da far pervenire entro e non oltre il 30.12.2021 nelle modalità indicate nell’Avviso.

I contributi, in particolare, potranno riguardare suggerimenti o proposte per:

  • individuare i settori ed attività nel cui ambito è più elevato il rischio di corruzione;
  • identificare e valutare i rischi di corruzione;
  • adottare misure per neutralizzare o ridurre il livello del rischio o mitigare le misure esistenti.

In sede di predisposizione dell’aggiornamento del Piano si terrà conto, oltre che delle indicazioni formulate nel PNA 2019, degli eventuali contributi pervenuti e l’esito della consultazione sarà pubblicato sul sito internet dell’amministrazione e in apposita sezione del Piano, con l’indicazione dei risultati generati da tale partecipazione.