III edizione Pescara Flute Festival: un grande successo


festival pescara

Si è concluso con grande successo il “Pescara FLUTE Festival” 2022, che ha fatto registrato la partecipazione di un numeroso pubblico in tutti i concerti proposti.

Il festival si è svolto dal 29 luglio al 3 agosto (il 29 e il 30 luglio nel Conservatorio “Luisa d’Annunzio” di Pescara e dal 31 luglio al 3 agosto presso l’Aurum – La fabbrica delle idee, di Pescara); è stato organizzato dall’Associazione “Il Canto del Vento”, con la direzione artistica del M° Marco Felicioni, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, con il patrocinio del Conservatorio “Luisa d’Annunzio” di Pescara e della Presidenza del Consiglio Regionale Abruzzo.

È stata una straordinaria edizione, che ha raddoppiato la sua durata – ha sottolineato il direttore artistico Marco Felicioni – passando da tre a sei giorni, con la partecipazione di oltre 20 artisti e concertisti di profilo internazionale, prime parti delle più importanti orchestre italiane e straniere. Abbiamo voluto mettere particolarmente in evidenza l’orgoglio italiano, con la presenza dei vincitori dei più importanti concorsi internazionali a livello mondiale: Mario Bruno e Alberto Navarra. Ospiti inoltre, i più importanti solisti e personaggi della didattica musicale ed internazionale, come Andrea OlivaNicola Mazzanti e Geoff Warren. Nel corso del festival si sono esibiti giovani solisti e ben due orchestre di flauti, la “Pescara Flute Orchestra” e “I Flauti di Toscanini“, ambedue dirette dal M° Paolo Totti e formate rispettivamente da circa 40 elementi (studenti e professionisti), provenienti da tutt’Italia”.
L’assessore alla Cultura del Comune di PescaraMaria Rita Carota, ha aggiunto: “Grazie al Maestro Felicioni, che con il suo staff ha organizzato una vera ‘immersione’ nel mondo del flauto, a fini culturali, educativi e formativi. Un festival ricco di occasioni di conoscenza e di crescita professionale, alla ricerca di conferme e di giovani talenti, in un mix di cultura, formazione e inclusione. Grazie ancora al direttore artistico che, con professionalità e passione, promuove la musica a tutto tondo. Sottolineo con soddisfazione”, ha aggiunto l’Assessore alla Cultura, “la sensibilità dell’Associazione ‘Il Canto del Vento’ e del suo Presidente, che hanno accolto il mio particolare invito a coinvolgere gratuitamente ragazzi con difficoltà familiari, con una promozione culturale che fa onore all’associazione.”
Non solo concerti nel programma del festival, che ha previsto varie attività, come interessanti ed importanti convegni, workshop curati da accreditati esperti; presentazioni di libri, esposizioni di strumenti e mostra della più grande collezione italiana di flauti storici ed etnici. Tra le esecuzioni di opere in prima esecuzione assoluta, spicca la commissione da parte del Pescara FLUTE Festival al M° Andrea Manzoli, con l’esecuzione di una sua composizione eseguita dal Pescara Flute Quartet. Il Maestro Felicioni, nella serata finale ha ringraziato gli enti pubblici e privati grazie ai quali si è potuto realizzare il festival: i partner istituzionali, le aziende Ausonia e la Tenuta Basone, la Farmacia Greco, la Briccialdi Flautitalia, tutto lo staff formato da Stefano CirceoFrancesca FelicioniFulvio FerraraOrnela Koka e Marialice Torriero, ed in particolare il collega e amico Stefano Mammarella, che ha curato la segreteria artistica. Felicioni ha infine aggiunto: “Il nostro festival è una manifestazione che punta sulla musica, sulla cultura e sul sociale. Abbiamo previsto il conferimento di due Borse di studio “Premio Angelo Persichilli” assegnate a Cecilia Bonaventura e a Mario D’Arcangelo; sono stati assegnati inoltre due buoni offerti dalla Vigormusic – Edizioni Musicali a Francesco Bellomo e a Valeria Di Pietro.

 

Apprezzamenti entusiastici anche dalla Presidente della Commissione Cultura del Comune di Pescara, Manuela Peschi, che ha dichiarato: “È un Festival molto apprezzato ed importante per la città di Pescara, nato nel 2020, in piena pandemia, partito in un periodo molto complicato e che oggi rappresenta davvero un momento di rinascita. Un plauso allo staff del Pescara FLUTE Festival e al suo direttore artistico, per essere riusciti a portarlo avanti nonostante le difficoltà. Rivolgo loro un sincero augurio nel poter avere sempre più successo e partecipazione”.