Nel segno di Charles Mingus. Jazz ‘n Fall celebra il centenario della nascita del contrabbassista con il concerto della Mingus Big Band


Mingus big band
Martedì 15 novembre 2022, la Mingus Big Band sarà protagonista del quarto ed ultimo concerto dell’edizione 2022 di Jazz ‘n Fall: l’ensemble statunitense celebra nel più sfolgorante dei modi il centenario della nascita del grande contrabbassista Charles Mingus. Il concerto completa il percorso avviato dalla rassegna nelle serate precedenti con le esibizioni di due giganti della storia del jazz moderno come Joe Lovano eDave Holland e di alcuni dei musicisti più interessanti della scena jazzistica attuale tra cui Chris Potter, Lionel Loueke, Eric Harland,Marcin Wasilewski, Gregory Privat e Marco Guidolotti.
 
La Mingus Big Band torna ad esibirsi in Europa per rendere omaggio al centenario della nascita di Mingus con un tour che non poteva non toccare Pescara, città dove il contrabbassista si è esibito più volte e dove è stata tenuta nell’edizione 1991 di Jazz ‘n Fall la prima esecuzione in Italia di “Epitaph”, opera composta dallo stesso Mingus e diretta da Gunther Schuller.
 
Il concerto si terrà al Teatro Massimo di Pescara, con inizio alle ore 21. Il prezzo del biglietto di ingresso è di 25 euro.
 
La Mingus Big Band conserva e rilancia la musica, la figura e le tante anime espressive di Charles Mingus. Una celebrazione diventata a sua volta uno “spazio creativo”, un volano per moltiplicare nel presente e nel futuro il senso della storia. Al suo interno trovano posto diversi musicisti che abbiamo apprezzato come leader di formazioni e che riconoscono, a loro volta, nel messaggio di Mingus una linea da sviluppare e rimodulare. La formazione voluta da Sue Mingus – moglie del contrabbassista, scomparsa purtroppo qualche settimana fa – ha portato avanti in maniera coraggiosa e costante il proprio impegno, suonando in residenze settimanali continuative nei diversi locali di New York. Memoria e rielaborazione, sguardo in avanti e attenzione alle radici convivono in un’esperienza sempre più forte e consistente, collettiva e democratica come molta della musica del suo ispiratore, un’esperienza pensata per far nascere nuove idee dalla tradizione, capace di farsi tradizione esso stesso e di rimanere in movimento attraverso lo stile e le caratteristiche degli interpreti che si sono avvicendati negli anni.
 
Dal canto suo, Charles Mingus è stato senz’altro uno dei personaggi più influenti della storia del jazz. Unico ed inimitabile, Mingus è stato compositore e virtuoso del suo strumento, primo contrabbassista autorevolmente bandleader e, di conseguenza, a tutti gli effetti un apripista per i contrabbassisti appartenenti alle generazioni successive. La sua autobiografia, poi, intitolata “Peggio di un Bastardo”, è un vero e proprio romanzo di formazione, un testo che rivela le pulsioni di una parte fondamentale della sua personalità e della sua carriera iniziale.

Estroverso e feroce per carattere, nella sua musica si fondono, come ovvio, diverse spinte stilistiche dalle radici afroamericane alle derive legate alla musica colta, dalle suggestioni dei suoni messicani all’improvvisazione collettiva e ai riflessi provenienti dal free per completare un discorso sempre coerente e sempre identitario. Un discorso in cui entrano anche la sua attenzione per le questioni scaturite dal razzismo e dal segregazionismo degli anni Cinquanta e Sessanta e per l’indipendenza economica dei musicisti.

La stagione musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” prosegue, giovedì 17 novembre, con il concerto della pianista Gloria Campaner.
Programma della Rassegna
 
Venerdì 4 novembre

JOE LOVANO & MARCIN WASILEWSKI TRIO
Joe Lovano sax tenore e soprano
Marcin Wasilewski pianoforte
Slawomir Kurkiewicz contrabbasso
Michal Miskiewicz batteria

Martedì 8 novembre

GREGORY PRIVAT PIANO SOLO
Gregory Privat pianoforte

MARCO GUIDOLOTTI 4ET
Marco Guidolotti sax baritono
Ettore Carucci pianoforte
Francesco Puglisi contrabbasso
Amedeo Ariano batteria

Mercoledì 9 novembre

DAVE HOLLAND ALL-STARS FEAT. CHRIS POTTER, LIONEL LOUEKE AND ERIC HARLAND
Dave Holland contrabbasso
Chris Potter sax tenore e soprano
Lionel Loueke chitarra
Eric Harland batteria

Martedì 15 novembre

MINGUS BIG BAND
Boris Kozlov contrabbasso
Donald Edwards batteria
Theo Hill pianoforte
Dr. Alex Pope Norris, Alex Sipiagin, Philip Harper trombe
Conrad Herwig, Robin Eubanks tromboni
Earl Mcintyre trombone basso, tuba
Sam Dillon, Sarah Hanahan, Alex Terrier, Abraham Burton, Lauren Sevian sassofoni