Giuseppe Maria Bità, l’unico Abruzzese al Sanremo Festival della Canzone Cristiana 2023


Giuseppe Maria Bità

La seconda edizione del Sanremo Cristian Music Festival, Festival della Canzone Cristiana 2023, si svolgerà a Sanremo dal 9 all’11 febbraio 2023, nello storico Teatro dell’ex Antico Ospedale della Carità di Sanremo, in concomitanza con la 73° edizione del Festival della Canzone Italiana. Il Festival della Canzone Cristiana ha ottenuto il Patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Imperia e della S. I. A. E. Società Italiana Autori e Editori. Sarà un Festival nel Festival, una staffetta musicale tra la musica leggera del Festival della Canzone Italiana, diretto da Amadeus e la Christian Music del Festival della Canzone Cristiana, ideato dal cantautore Fabrizio Venturi, Direttore artistico dello stesso, il quale ha resi noti alla stampa i nomi dei 22 artisti in gara e anche il nome della conduttrice Daniela Fazzolari che, insieme a lui e alla iena DJ Mitch di Radio 105, salirà sul palco per presentare questa attesissima seconda edizione.Il cantautore Aleandro Baldi parteciperà, in qualità di ospite, al Festival della Canzone Cristiana. Alendro Baldi torna a Sanremo dopo il successo del 1992, nella categoria “Nuove Proposte”, con la canzone ‘Non Amarmi’, cantata in coppia con Francesca Alotta e dopo la vittoria del 1994 con la canzone “Passerà”, nella categoria Big. Ma il suo ritorno non sarà sul palco dell’Ariston, bensì sul palco del Festival Cristiano. Un ritorno voluto fortemente da Venturi

“Sarà un grande festival, all’insegna della nuova evangelizzazione, condotta attraverso la forma espressiva più potente che Dio ci ha donato, ossia la musica, che non conosce né barriere, né limiti. È proprio questo che desideriamo far sapere alla stampa, sottolineando che il nostro sarà un autentico messaggio Cristiano, una lode a Dio, una preghiera profondamente vissuta. Il messaggio Cristiano è il messaggio del dialogo, non della polemica, di cui siamo spesso accusati ingiustamente da articoli pubblicati su alcuni giornali. Il nostro unico intento è diffondere messaggi di pace, di amore e di condivisione, non di chiusura e di scontro con nessuno. Certamente comprendiamo che la stampa deve fare audience e la polemica suscita interesse, ma non comprendiamo l’esagerazione, soprattutto se si dichiarano falsità. È come se l’intenzione fosse quella di screditare la nostra missione e di ridicolizzare il nostro operato. Il messaggio che vogliamo diffondere è quello di Papa Francesco, che esorta ad essere fautori della fratellanza umana, che, come fa la musica, ‘abbraccia tutti gli uomini, li unisce e li rende uguali'”, ha dichiarato Venturi.

“Tale messaggio – ha aggiunto – sorregge il nostro impegno proprio in quanto esso è finalizzato alla realizzazione della pace e della convivenza comune, pilastri ineludibili per la missione civilizzatrice che la religione cattolica e tutte le religioni, il cui Dio è unico, devono prefiggersi mediante progetti concreti e mediante un dialogo fervente con tutte le realtà presenti nel contesto umano. Alla luce del progetto umanitario della realizzazione della fratellanza umana, che la Chiesa Cattolica si prefigge, richiamando non solo tutte le religioni, ma anche tutti coloro che operano in ogni ambito della vita umana a farsi artefici e promotori della cultura della fratellanza umana, abbiamo voluto anche noi in veste di fautori di cultura musicale improntata ai valori della fede Cristiana, contribuire a diffondere il messaggio della fratellanza umana. Lo abbiamo fatto e lo faremo realizzando il Festival della Canzone Cristiana, che, come attestano i suoi contenuti reali e concreti, smentisce sonoramente le fake news e le polemiche dentro le quali alcuni media vorrebbero ingiustamente introdurci. Il nostro Festival si prefigge l’intento di lodare Dio attraverso la musica e diffondere anche in Italia come in altri paesi del mondo, primo fra tutti gli Stati Uniti, la canzone d’ispirazione Cristiana o Christian music, genere che canta il rendimento di grazie a Dio e la gioia della FEDE. Si è deciso di organizzare il nostro evento nella Città dei Fiori, in quanto più di ogni altra realtà, per la sua tradizione, rappresenta l’Italia musicale La Christian Music, che è un genere musicale molto conosciuto e diffuso in altri Paesi del mondo, vuole essere fervida testimonianza musicale dei valori Cristiani, mediante un connubio creativo tra la canzone e la fede e tra la canzone e la lode a Dio, che fa proprio il linguaggio più potente che Dio ha donato all’uomo, ossia la musica. Sant’Agostino affermava che chi canta prega due volte, rimarcando la forza spirituale della canzone. Siamo convinti anche noi che cantare, elevando una lode a Dio, possa essere il modo più rassicurante per affrontare il disagio e lo smarrimento scaturito sia dal deterioramento dell’ecosistema, sia dalla crisi del sistema economico mondiale, che ha provocato nuove forme di povertà, alle quali si aggiunge la povertà morale, di cui è espressione la disastrosa guerra ancora in atto in Ucraina. La musica non vi è dubbio che possa rivestire un ruolo educativo e trasformativo in una società, come quella attuale, che sta smarrendo i suoi ineludibili valori umani. Di tale ruolo sono fermamente convinto e, per tale motivazione, ho deciso di realizzare il Festival della Canzone Cristiana”.

I prestigiosi trofei sono creati dal grande Maestro orafo Michele Affidato, lo stesso orafo che ha creato il trofeo che Amadeus consegnerà al vincitore della 73esima edizione del Festival della Canzone Italiana. Sarà inoltre assegnato, quale premio speciale, il Premio Papaboys Sanremo Cristian Music Festival 2023: si tratta di un dipinto, destinato a destare interesse e curiosità, per originalità e qualità di esecuzione, della famosa artista ucraina Natali Ferrary, residente a Napoli. Il premio verrà consegnato nelle mani del vincitore dal critico d’arte Giuseppe Ussani d’Escobar, in rappresentanza dell’Associazione Internazionale Papaboys, che, in questo modo, vuole testimoniare la sua vicinanza al Festival. Un premio che acquista valore, ancor più, ora che abbiamo finalmente instaurato rapporti con le Istituzioni ucraine per organizzare il Festival della Canzone Cristiana anche in Ucraina. La nostra missione è e sarà portare la pace con la canzone cristiana, elevando una lode a Dio, che sicuramente penetrera’nei cuori di pietra di chi vuole questa guerra. Nel Vangelo di Luca è scritto che ciò che è impossibile agli uomini, è possibile a Dio”.
I 22 Finalisti del Sanremo Festival della Canzone Cristiana 2023
Artista: Anìma di S.Donato Milanese (MI)

Canzone: Ti Verrò a Cercare;

Artista: Giuseppe Maria Bita’ di Spoltore (PE)
Canzone: Sono Solo un Uomo;
Artista: Nazzareno Carchidi di Lecco
Canzone: Come ti ho visto in quel film;
Artista: Donato Boschi di Agnani (FR)
Canzone: Ripeti con me;
Artista: Piero Chiappano di Caggiano (MI)
Canzone: Una carezza leggera;
Artista: Irene Coco di Barberino Tavarnelle (FI)
Canzone: Luce gentile;
Artista: Piernicola Dallazeta di Orta Nova (FG)
Canzone: Alla ricerca del mio Dio;
Artista: Silvia Dottori di Rosora (AN)
Canzone: Lontano da qui;
Artista: Don Rossano Eutizi di Tuscania (VT)
Canzone: Nel mio silenzio;
Artista: Carla Gelmini di Bellagio (CO)
Canzone: Ave… Ave Maria;
Artista: Gruppo Nova di Alvignano (CE)
Canzone: Passio;
Artista: Stefano Mascheroni di Bolzano
Canzone: Padre Nostro del Natale;
Artista: Tamara Medici di Verucchio (RN)

Canzone: Gridalo;

Artista: Naelia di Roma
Canzone: Tu che sei la Luce;
Artista: Nothingless di Siena
Canzone: L’amore di Gesu’;
Artista: Federica Paradiso di Trani (BA)
Canzone: Credere (Dammi Un’ala Di Riserva);
Artista: Angela Ruggiero di Monteforte Irpino (AV)
Canzone: A Te che sei;
Artista: Carlotta Santandrea di Bologna
Canzone: Sei qui nell’anima;
Artista: Giuseppe Santilli di Roma
Canzone: Verbum Dei;
Artista: Lucio Grieco di Napoli
Canzone: Tienimi con Te;
Artista: Nico di Fiorano Modenese (MO)
Canzone: Papa Francesco uno di Noi;
Artista: Saul City di Varese
Canzone: Cosa posso darti