Montesilvano. Sequestrato stabilimento balneare


sequestro stabilimento balneare

Personale militare in forza alla dipendente Delegazione di Spiaggia di Montesilvano, unitamente a personale della Capitaneria di Porto di Pescara, nella giornata di lunedì 28 agosto u.s. ha operato il sequestro di uno stabilimento balneare sito in viale Aldo Moro, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Pescara.

L’attività di accertamento si è resa necessaria a seguito del riscontro di una serie di fattispecie illecite che riguardano aspetti demaniali, edilizi e paesaggistici.

Il sequestro, a carico del concessionario del medesimo stabilimento balneare, è stato operato affinché le cose pertinenti al reato – relative ad una serie di innovazioni realizzate in assenza di autorizzazioni demaniali, edilizie e paesaggistiche – siano conservate e che lo stato dei luoghi e delle cose non venga mutato, essendo stati ravvisati elementi utili volti a qualificare penalmente rilevante il comportamento posto in essere.

Si stima che le opere realizzate occupino una superficie complessiva che sfiora i millecinquecento metri quadrati. Di tutte le attività si è proceduto a relazionare puntualmente la locale Procura della Repubblica di Pescara che dirige le indagini.

Le difformità accertate sono state altresì riferite agli Enti preposti alla gestione del demanio marittimo per i conseguenziali atti a tutela dei pubblici interessi di settore.

L’attività di controllo del territorio posta in essere dal personale militare della Guardia Costiera proseguirà senza soluzione di continuità al fine di assicurare la tutela dei beni demaniali, ambientali e del territorio costiero e marittimo in generale.