Manoppello festeggia le cento candeline di Antonietta Di Cristoforo


Manoppello festeggia le cento candeline di Antonietta Di Cristoforo

Compleanno centenario a Manoppello per Antonietta Di Cristoforo, classe 1924, che festeggia il suo secolo di vita, circondata dall’affetto dei suoi cari. “Da alcuni anni mamma è allettata – raccontano i figli Dina e Guerino Speranza – ma sempre e comunque partecipe e presente della vita familiare. Il suo è un linguaggio speciale che passa prima attraverso gli occhi vivaci e poi alle parole”. Anchesindaco Giorgio De Luca e il vicesindaco ed assessore alle Politiche sociali Giulia De Lellis hanno voluto portare gli auguri dell’Amministrazione comunale alla nonnina di Manoppello, consegnandole una targa ricordo, un mazzo di fiori e la copia anastatica del suo Atto Nascita.

Una vita vissuta in un alternarsi di momenti difficili, serenità, lavoro e affetti che Antonietta ha affrontato con onestà e saggezza. Grande lavoratrice, appassionata di libri, ha sempre coltivato la terra. Ultima di sette figli, nel 1952 ha sposato Antonio Speranza venuto a mancare nel 2003. Donna risoluta e grande lavoratrice, madre di due figli Dina e Guerino, nonna di quattro nipoti e bisnonna di 2 pronipotiAntonietta vive con la figlia Dina a Santa Maria Arabona.

Siamo molto fieri – hanno dichiarato il sindaco De Luca e il vicesindaco De Lellis – di poter festeggiare un’altra centenaria di Manoppello che merita tutto il calore della comunità: cittadina esemplare, legata alla sua terra, che ha sempre vissute a Santa Maria Arabona a pochi metri dalla nostra bella abbazia. Un modello di vita onesta e laboriosa e di determinazione”.

Antonietta Di Cristoforo, è la seconda ultracentenaria di Manoppello e si aggiunge alla lista dei super nonni della cittadina del Pescarese capitanata da Eugenio Di Donato che, a novembre prossimo, raggiungerà il traguardo dei 103 anni. Proprio i due ultracentenari capeggiano la lista degli over 90 di Manoppello, che conta ben 120 persone. Nel pieno rispetto delle statistiche sulla longevità umana, la speciale classifica è occupata da ben 86 donne e 34 uomini. “Sono, invece, 490 i manoppellesi ultraottantenni, memoria storia della città – ha aggiunto il sindaco Giorgio De Luca–, gli stessi che, ogni Natale, omaggiamo con un pacco dono, in segno augurio e riconoscenza da parte della comunità. Sempre in tema demografico – ha detto ancora il primo cittadino -, a Manoppello nel 2023 sono nati 44 bambini; mentre ottant’anni prima, nel 1943, in pieno secondo conflitto mondiale, furono 162 i nuovi nati. Numeri che meritano una riflessione”.