Il quartiere Lido di Giulianova chiede sicurezza


furti-giulianova

Un paio di euro a famiglia per assoldare vigilanti privati per controllare abitazioni e attività commerciali. E’ questa una delle proposte che già è arrivata sul tavolo del nuovo comitato del quar­tiere Lido a Giulianova, guidato ora da Antonio Di Berardino.

Il tema della si­curezza è mol­to sentito an­che a Giulia­nova, e nei co­mitati di quartiere la questione è all’ ordine del giorno di ogni riunione o quasi. La nuova reggenza del co­mitato Lido ha già avuto mo­do di contattare alcuni istituti di vigilanza privata per avere più chiaro il quadro della situazione, in termini di controlli ma soprattutto di costi.

C’è chi pensa di farsi giustizia da solo, ragione per la quale anche i comitati di quartiere corrono ai ripari, anche alla luce della raffica di furti in abitazione che non hanno risparmiato nemmeno la cittadina costiera. I citta­dini sono e­sasperati da qu­e­sta situazione, ma dalla paura ora si vuo­le passare all’azione. Una delle opzioni sembra essere quella di affidarsi anche alla vigilanza privata (il costo per ogni famiglie potrebbe essere inferiore ai 2 euro), ma pri­ma di intraprendere qu­esto percorso, i referenti del co­mitato Lido, vogliono an­che sentire che tipo di so­stegno può arrivare dal Co­mune e quale è la posizione delle forze dell’ordine. Che dal canto proprio, han­no già intensificato servizi specifici di controllo.