La biblioteca comunale tra la polvere ad Avezzano


bibblioteca-comunale-avezzano

Libri coperti da polvere e abbandonati da tempo a sé stessi, con buona pace degli studenti e degli studiosi marsicani. E’ quanto accade ad Avezzano dove la biblioteca comunale di via Fonta­na, nel pieno centro cittadino, è chiusa or­mai da anni, con migliaia di volumi che giacciono su­gli scaffali. A lanciare un grido d’allarme e un monito all’ammini­stra­zione co­munale è il profes­sore Pie­tro Smarrelli che già nei me­si scorsi aveva inviato una nota ufficiale a palazzo di città e che ora torna all’attacco.

“Tre istituzioni pubbliche con il loro ricco, in­estimabile patrimonio giacciono nell’incuria e nel degrado, ormai da anni” av­­eva sottolineato Smar­rel­li nella nota indirizzata al primo cittadino Gianni Di Pangrazio. “Il fingere di i­gnorare il problema”, attacca nuovamente il professore, “non comporta au­toma­ticamente la sua soluzione, tanto più quando trattasi di un problema di rilevante importanza e ur­genza. Alla mia segnalazione del 25 novembre non è stata fornita alcuna ri­sposta”.

Nell’e­videnziare la problematica Smarrelli se­gnala che “dietro la mia de­nuncia vi sono migliaia di cittadini-elettori e oltre 6mila studenti che non pos­sono fruire di im­portanti servizi sociali”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *