Sara e Pol: “Torniamo in Nepal”


Sara-e-Pol-Li­vingNEPAL

Dopo essere sopravvissuti in modo rocambolesco al devastante e terribile terremoto che lo scorso 25 aprile ha messo in ginocchio il Nepal causando morte e de­vastazione Sara e Pol con un gruppo di vo­lontari, torneranno in Ne­pal ad aiutare le popolazioni colpite.

Sara Pavone di Pineto Pol Ferrús il suo ragazzo spagnolo spiegano: “Abbia­mo fondato Li­vingNEPAL per ringraziare la popolazione nepalese per la fratellanza, l’amore e la generosità che ci hanno regalato. Soprat­tut­to nei momenti più difficili durante il terremoto, ci han­no trattato con la so­lida­rietà e l’accoglien­za che li caratterizza e han­no condiviso con noi tutto ciò che era rimasto loro: cibo, ac­qua, coperte e materiale per costruire un rifu­gio. In no­me di questa connessione sentimentale stabilita con gli abitanti di quelle montagne, vogliamo offrire un aiuto sincero e restituire alle popolazioni colpite la tranquillità del presente e la speranza del futuro. Do­po la prima fase del progetto in Europa – prosegue Sa­ra – in cui ab­bi­amo raccolto fondi organizzando eventi e manifestazione e dato voce alla catastrofe rurale che si è verificata in modo più in­tenso di quanto potesse sembrare all’inizio, siamo al punto in cui inizia il progetto in loco”.