Aria di fusione tra gli enti camerali e la Cia di Pescara e Chieti


04A-accorpamenti-e1452616397919

Da Roma esigenze di ra­zionalizzazione delle risorse impongono l’ac­cor­pa­men­to delle due Camere di com­mercio di Chieti e Pescara, sul colle teatino, però, si guarda con diffidenza verso la marina. No, non è questione di campanilismo, dicono i consiglieri camerali che tanto hanno osteggiato la fusione, è che ci si vuole arrivare con le dovute cautele. As­sicuran­dosi prima, ad esempio che, una volta fatta l’u­nione, non si sco­prano brut­te sor­prese di b­i­lancio. L’iter ha visto qual­che rallentamento, ma il risultato è stato solo di allungare il “fidanzamento”. Perché il “matrimonio s’ha da fare”, è scritto nelle carte, nelle delibere ufficialmente approvate. E dunque da Chieti si ingoia il rospo a­maro e si va avanti verso la data dell’8 feb­braio, en­­­tro cui bisognerà designare i fu­turi consiglieri camerali in vi­sta della fu­sione. Ma in realtà, a ben ve­dere e a con­ti fatti, dal­l’al­to del col­le tea­tino quel rospo non sem­bra più nean­che tan­to amaro da ingoiare. Sì, perché dei 33 consiglieri ca­merali del nuovo ente, a una prima ­ricognizione, pare che 11 toc­cheranno a Pe­scara e 22 a Chieti. E delle 90 mila imprese che saranno iscritte nella nuova me­ga Ca­mera di com­mercio Chieti Pescara, circa 50 mila ap­partengono alla provincia teatina.

Una superiorità netta, che d’al­tronde si è già vista nella fusione di fine anno avvenuta all’interno della Con­federazione italiana agricoltori che ha dato vita a due se­zioni: Cia Chieti Pe­­scara e Cia L’A­quila Te­ra­mo. La Cia Chieti Pe­­scara ha un pre­­­­sidente, Nico­­­la Si­chetti, che è l’ex pre­­siden­te di Cia Chieti, e un di­rettore, Al­fonso Ot­taviano, che è l’ex di­­rettore di Cia Chieti. Non solo, ot­to mem­bri del nuovo direttivo arrivano dal teatino e solo quat­tro dal pe­scarese.

Al­l’orizzonte, infine, c’è pure la fu­sione tra Chieti e Con­fcommercio Pescara che potrebbe andare a finire in maniera simile.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *