La sottosegretaria Chiavaroli in visita all’Aquila, tra ufficialità e polemiche


Federica Chiavaroli

E’ stata una visita attesa e non senza polemiche. Ufficiale a tratti sì a tratti no, perché se da un lato la neo sottosegretaria alla Giustizia del Governo Renzi, Federica Chiavaroli, ha voluto incontrare Sindaco e Vicesindaco, Massimo Cialente e Nicola Trifuoggi oltre al consigliere regionale Pd Pierpaolo Pietrucci,  e altre cariche della città tra cui il consigliere comunale NCD Giorgio de Matteis, dall’altro ha snobbato il capogruppo in consiglio comunale del suo partito (Ncd), Alessandro Piccinini, e lo stesso Presidente dell’assise civica, Carlo Benedetti, che commenta così su Facebook  l’accaduto “De Matteis e Trifuoggi invitano e ricevono il sottosegretario Chiavaroli alla presenza del Sindaco senza l’osservanza di alcun cerimoniale ed ignorando completamente il Consiglio comunale”

La senatrice però ha voluto parlare della città e della fase delicata che attraversa ”Sono qui per ascoltare i problemi della città e mettermi a disposizione. Posso assicurare che sull’Aquila continua a esserci un’attenzione costante da parte del Governo. Come si è fatto per il passato, anche per il futuro tutte le necessità saranno accolte”.

Subito dopo la riunione a Palazzo Fibbioni, attuale sede del Comune, è seguita la visita al tribunale appena riaperto dopo la ricostruzione post sisma “Sono stata relatrice dei provvedimenti più importanti che hanno riguardato L’Aquila, vale a dire la legge di Stabilità e il decreto Enti locali, e posso assicurare  – ha ribadito – che sull’Aquila c’è un’attenzione continua a costante del Governo, anche grazie al lavoro fatto da tutti i rappresentanti del territorio aquilano e della Regione, che hanno preferito mettere L’Aquila al centro e non i propri partiti” ha detto la senatrice ai giornalisti prima di entrare a palazzo Fibbioni. “Come si è fatto per il passato anche per il futuro tutte le necessità dell’ Aquila saranno accolte”.

“Le risorse per L’Aquila sono contenute nella legge di Stabilità” ha precisato il sottosegretario, che ha escluso l’ingresso nel Governo di altri rappresentanti politici abruzzesi (“Credo che la squadra di Governo sia al completo e non credo ci saranno modifiche”)