Il Pescara calcio incontra il Tito Acerbo


Foto di gruppo

Il Pescara calcio incontra la scuola. Questa mattina presso l’aula Magna dell’Istituto tecnico Tito Acerbo, si è svolto come di consuetudine un incontro “Un giorno per la Nostra Città”. L’iniziativa giunta alla terza edizione è promossa dalla Lega di serie B, la Pescara Calcio e la Presidenza del Consiglio comunale. All’evento oltre al Presidente del Consiglio Comunale, Antonio Blasioli e l’Assessore al Verde Laura Di Pietro, hanno partecipato una delegazione di calciatori del Pescara calcio: Zampano, Aldegani, Zuparic e Acosta accompagnati dal tecnico Massimo Oddo, dal collaboratore tecnico Luciano Zauri e dal team Manager Andrea Gessa.

Prima dell’intervento iniziale del Presidente del Consiglio Comunale, Antonio Blasioli, la preside dell’Istituto Anna Teresa Rocchi, ha rivolto ai presenti in sala un saluto di benvenuto, sottolineando la valenza di questi incontri: “La giornata di oggi vuole trattare il rispetto dell’ambiente e delle persone che ci circondano é in linea – ha detto il dirigente scolastico del Tito Acerbo Annateresa Rocchi – anche con gli insegnamenti che noi cerchiamo di inculcare ai nostri ragazzi. Poter parlare di queste tematiche così importanti, con gli idoli dei nostri ragazzi é davvero importante perché attraverso lo sport possiamo veicolare messaggi importanti. Quello di oggi é un evento di grande rilevanza e per questo voglio ringraziare l’Amministrazione Comunale e la Pescara Calcio che hanno voluto regalare questa giornata agli studenti della nostra scuola.”.

Ad aprire l’incontro è stato il presidente del Consiglio Comunale, Antonio Blasioli, che ha voluto spiegare ai ragazzi l’importanza di questi incontri organizzati dalla Lega di serie B: “Oggi si parla di educazione civica, – sottolinea il Presidente – una materia che si insegnava nelle scuole e che credo debba essere oggi rivisitata. Una materia introdotta da un grande statista come Aldo Moro e che i ragazzi dovrebbero riscoprire.  Io credo – ha detto Blasioli – che oggi sia Importante riscoprire il civismo e il rispetto per chi ci circonda, per gli altri e per la nostra città, ma anche il rispetto per i diversamente abili e gli stranieri. Oggi abbiamo una squadra di calcio importante con degli idoli di questi studenti che possono lanciare davvero un messaggio importante per portare più in alto questi valori”.

Preside, insegnanti e studenti si sono poi divertiti a porre quesiti, curiosità ai calciatori, soprattutto al mister Massimo Oddo, molto richiesto dalla platea: “Siamo venuti qui molto volentieri perché é sempre bello passare del tempo con i ragazzi delle scuole. Oggi parliamo di educazione e farlo nella città che amiamo é molto bello. É fondamentale mantenere bene l’ambiente che ci circonda. Dobbiamo essere maturi e responsabili e capire che dobbiamo essere noi a salvaguardare per primi la nostra città e a rispettare quelle persone che quotidianamente incontriamo”.

Il valore del rispetto per gli altri, non è solo una qualità della vita quotidiana, ma un valore che si importa anche nello sport: “Io immagino che in questa aula ci siano tanti che giocano al calcio. Ve lo auguro, ma credo che difficilmente qualcuno di Voi arriverà a giocare in serie B o serie A, ma nello sport come nella vita é importante fare sacrifici. A mio figlio dico che quando nella vita vuoi raggiungere un obiettivo devi fare sacrifici e dare il massimo e non limitarti alla mediocrità. Se vuoi arrivare, devi avere in testa il massimo e puntare ad essere il migliore, sempre con sacrificio, sudore, fatica ma anche grande determinazione”.

Pubblicato sotto: Sport