Da Uomini e Donne a regista: il pescarese Alessio lascia il programma


Alessio Consorte con Tina

Uno dei più amati dal pubblico di “Uomini e Donne over” è proprio lui: Alessio Consorte, 36 anni, pescarese doc, ex fotomodello, da alcuni mesi pupillo della redazione di Maria De Filippi per il suo atteggiamento gioviale, onesto e corretto. Un vero “galantuomo” d’altri tempi il cui savoir-faire non ha mai pregiudicato un comportamento determinato nei confronti delle sue corteggiatrici, a differenza forse di altri uomini o donne che nel corso del programma scaldavano la sedia per recitare il copione della propria vita.

In questi mesi ho fatto una delle esperienze più intense della mia vita –  commenta Alessio – esperienza che porterò sempre nel cuore. Nel programma ho avuto modo di incontrare e conoscere persone splendide, da Maria a Tina, da Gianni a Tinì, dai partecipanti all’intero Staff. È stato come entrare a far parte di una grande famiglia allargata, dove è anche naturale confrontarsi, battibeccare, fare pace. Sono stati mesi intensi e sono stato contento di essermi messo in gioco, sebbene non sia riuscito nell’intento di trovare l’anima gemella. Destino vuole, spero, che sia fuori da qualche parte ad aspettarmi. Sono comunque felice di aver fatto la conoscenza di Cristiana, Nicoletta, Alessandra e Claudia. Mi rammarica il fatto che proprio le frequentazioni con Alessandra e Claudia non siano emerse. A loro mi legano comunque sentimenti di pura amicizia”.

A questo punto, Alessio si congeda dal programma per coltivare un interesse che nutre da sempre, quello di art director e regista, da coniugare con l’esperienza mediatica più cult del momento vissuta intensamente in prima persona:

“È giunto il momento di abbandonare questa grande famiglia e tornare alla mia vera professione, quella di regista, con un’esperienza in più e un bagaglio di ricordi indimenticabili. Quando mi sono reso conto di non provare più gli stimoli a continuare, ho preferito lasciare spazio a un nuovo arrivato. La mia presenza è sempre stata sincera e  motivata dal conoscere nuove donne che potessero arricchire il mio percorso. Ho vissuto un tripudio di emozioni che ha ispirato nella mia testa una sceneggiatura per un film ad hoc: una commedia all’italiana sul genere di  Germi – Monicelli – Bolognini – Vanzina. Attore protagonista senza dubbio Carlo Verdone! Durante le registrazioni delle puntate, mentre osservavo coppie e discussioni, mi sono sentito “rapito” dall’ispirazione artistica. Nella mia testa si stava concretizzando un’opera futura. È così che me la immagino e che vorrei che anche voi ve la immaginaste: pensate a una commedia all’italiana dove sul filo conduttore della partecipazione a un programma televisivo, si creano innumerevoli retroscena, tra vita privata e pubblica; un mix di intrighi passioni e segreti tra camerini e backstage prima della registrazione. Una miscela travolgente, una commedia da morir dal ridere, che analizza ciò che si vive prima durante e dopo la partecipazione a un programma cult quale Uomini e Donne. Il progetto -conclude Alessio – prevede inoltre la partecipazione nel ruolo attoriale/comparsa degli ex partecipanti che in questi anni hanno fatto parte del programma anche per una sola puntata: si tratterebbe così di un modo per rivederli tutti in una sola pellicola. Se questa idea potesse stimolare l’interesse degli autori e della redazione, si potrebbe instaurare un rapporto collaborativo al fine di realizzarla. Sono sicuro che un film del genere potrà essere una sorta di Sex and the City all’italiana. Un grande saluto alla dea Vesta Maria de Filippi, a Lucia Chiorrini, a Rudy Zerbi e tutta la redazione di Uomini e Donne. Un saluto speciale a Gianni, Tina e Tinì e tutti i partecipanti che ho avuto modo di conoscere e che sono in parte ancora all’interno del programma; alle ragazze che molto carinamente sono venute in studio per me. Un grande abbraccio a tutti gli operatori dietro le quinte, in particolar modo a Piero; Anahi e il suo staff; al pubblico in studio, al pubblico da casa ed a tutte le persone che in questi mesi mi hanno sostenuto”.