Il Pescara va in ritiro. Oddo: ” dobbiamo essere uomini”


Massimo Oddo

È ufficiale il Pescara va in ritiro. Questa mattina, dopo l’allenamento, la squadra biancazzurra partirà per Roma, il quartier generale sarà l’Hotel Mancini, non è un’azione punitiva ma, l’intento è quello di cercare di riportare serenità nell’entourage di mister Oddo, dopo le ultime quattro sconfitte consecutive.

“Resto fermo sulle mie posizioni– afferma Oddo durante la conferenza stampa –perché sono certo delle mie convinzioni  questa è una squadra che gioca e crea, non è un problema di tecnica ma solo di testa. Ho sentito parlare di liti nello spogliatoio, io che vado via sono tutte chiacchiere. Pensiamo al Pescara e basta. Addirittura io che ho già firmato con la Lazio  mi viene solo da ridere quando sento certe cose. Inoltre ho un contratto con il Pescara, nutro rispetto per la società non farei mai una cosa del genere soprattutto in un periodo difficile. Il mio compito ufficiale è quello di uscire al più presto da questa crisi. Basta pensare al passato, si apre un ciclo di 10 partite nelle quali dobbiamo fare più punti possibile, ritrovando compattezza. I problemi – dice Oddo – sono mentali e non tecnici, torneremo a marcare a uomo sulle palle inattive. Il vero problema che c’è non è marcare a uomo o a zona, ma di attenzione perché siamo passivi. A Terni andremo a fare la nostra partita, con l’augurio che ci sia più furore agonistico.”

Il presidente Daniele Sebastiani, ha avuto un lungo faccia a faccia con la squadra, ribadendo piena fiducia a Oddo: “ E’ un piacere, ma essere in discussione fa parte del gioco. Mi sentivo in discussione anche dopo le sette vittorie consecutive, il nostro lavoro è così.  “Fiorillo? “Non esiste il problema Fiorillo, non dobbiamo puntare il dito contro di lui, gli errori lì commettono tutti. Il portiere deve essere sereno, se viene meno questa serenità, devono prendere delle decisioni e a Terni potrebbe riposare. Andremo in ritiro non per punizione, ma serve per stare insieme e per lavorare molto di più. Ci sono delle emergenze ma valuterò in settimana. Campagnaro, è importante ma non deve diventare un alibi. La squadra deve dimostrare che può e deve sopperire a questa assenza. Il tecnico del Crotone Juric, ha detto una cosa sacrosanta. Il Pescara, ha un tasso tecnico superiore a squadre di serie A. Se questa squadra fa una vittoria ne farà altre dieci”.

 

 

 

Pubblicato sotto: Sport