Il calvario di Francesco: “Aiutatemi a scoprire la mia malattia”


Francesco Santonastasio

La storia di Francesco Santonastasio, ex calciatore semiprofessionista cresciuto nelle giovanili del Chieti, sta spopolando sul web. Attualmente, ad Internet è legata la sua ultima speranza quella di capire da quale malattia è afflitto Francesco, da ben oltre due anni.
Francesco ha militato, oltre che nel Chieti, anche nel Penne, Francavilla, Atri e Guardiagrele. La sua odissea ebbe inizio nel 2011quando a causa di un infortunio subito al legamento crociato del ginocchio destro viene operato. L’intervento riesce e Francesco dopo un periodo di convalescenza di alcuni mesi torna alla sua vita normale. Con la maglia neroverde Francesco arriva persino a giocare in serie C1, a causa però di un infortunio alla caviglia era stato costretto a giocare nelle serie minori abruzzesi e marchigiane. Poi sono iniziati i problemi al ginocchio, che lo hanno portato a subire tre interventi in due anni. L’ultima operazione effettuata da Francesco, risale al settembre 2013 ed è qui, che il ragazzo inizia ad accusare i primi sintomi di questa patologia rara ma, sconosciuta.

“Ho girato gli ospedali di tutta Italia, – racconta Francesco al telefono – ma i medici si limitano a curare solo i vari sintomi, non sapendo individuare l’origine del male. Sono stato di nuovo operato al ginocchio per rimuovere le placche, sperando che fossero la causa di un’intossicazione, ma nemmeno questa ipotesi si è rivelata esatta. Ora la mia speranza è trovare un luminare all’estero che sappia dare un nome alla mia malattia”.

Su Facebook è stato creato un gruppo con la scritta “Aiutiamo Ciccio”, che oggi conta circa 20.000 iscritti sulla pagina Francesco, racconta della sua malattia ma, fa un elenco ben preciso delle patologie di cui è afflitto. “I sintomi – dice Francesco – sono: grave anemia con stordimento in piedi fortissimo, tachicardie, palpitazioni, dolore toracico, sudorazioni notturne, fiato corto, dispnea, aritmie, vertigini, mal di testa, ipotensione ortostatica, lingua infiammata, digestione lenta, mioclonie e spasmi a riposo. Come conseguenza oggi ho un’ipertrofia al ventricolo sinistro ed un blocco di branca completo.” 
Finora, tutti gli esami eseguiti dall’ex calciatore, hanno evidenziato un’eritropoietina alta con valori fino a 400 ed emoglobina aumentata fino a 16.5 e non diminuita. Acido folico basso 2.30 e fosforo e calcio nelle urine. Presenza di emazie fino a 18 nelle urine e leucociti 25.
Il messaggio che Francesco lancia su Fb è un appello: “spero che il mio grido d’aiuto possa arrivare nel cuore di persone in grado di aiutarmi a capire da quale male sono afflitto.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *