Parte il primo tour della prevenzione nel chietino


Medici e prevenzione

Grazie ad un’iniziativa degli specialisti della Asl Lanciano Vasto Chieti al fine di sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione, il “tour della salute” approda nei luoghi della grande distribuzione, dov’è più facile intercettare l’utenza. E’ un’iniziativa singolare che prende il via a Lanciano il 9 e 10 aprile prossimi, presso il “Centro Commerciale Lanciano” e che in successivi week-end toccherà anche l’Iper di Ortona (24 e 25 aprile) e il Centro d’Abruzzo di Sambuceto (14 e 15 maggio). Lo scopo è quello di sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione, quale strumento di straordinaria efficacia per guadagnare tempo e intervenire sulle malattie quando sono ancora allo stadio iniziale.

A promuovere l’iniziativa è il periodico free press «N – news e salute», in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Publidea, che hanno voluto chiamare il progetto «In salute Abruzzo», offrendo ai professionisti dell’azienda sanitaria della provincia di Chieti la possibilità di incontrare i cittadini per visite gratuite e informazioni sulle opportunità offerte in ambito diagnostico e dei percorsi terapeutici, oltre che sulle tecniche innovative adottate in campo chirurgico. Partner è anche San Stefar, centri ambulatoriali di riabilitazione convenzionati con il Ssn, attivi sul fronte della prevenzione delle malattie degenerative e disturbi dell’età evolutiva.

Gli stand, aperti dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, saranno allestiti nei centri commerciali accoglieranno moltissime discipline: urologia, diabetologia, odontoiatria, chirurgia maxillo facciale, ginecologia oncologica, oculistica, cardiologia, pediatria, psicoterapia e i tre programmi di screening per la prevenzione del carcinoma mammario, del colon retto e della cervice uterina.  Ogni specialità avrà il suo spazio, nel rispetto più assoluto della riservatezza, con i medici delle diverse équipe che accoglieranno i cittadini per una visita, un consulto o semplicemente per dare informazioni su una patologia.

«La nostra Azienda ha concesso il patrocinio e aderito all’invito dei promotori con grande interesse – sottolinea il direttore generale della Asl, Pasquale Flacco – poiché ci offre la possibilità di portare la salute fuori dai luoghi di cura e invertire, in un certo senso, il percorso. Siamo noi, con i nostri professionisti, a  cercare i cittadini, a fare il primo passo per tutelare il loro benessere».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *