Delfino spiaggiato a Roseto: il 18° dal 2015


Delfino spiaggiato

Non è una scena rara per il nostro litorale. Nei pressi del porticciolo di Roseto, è stato rinvenuto la scorsa domenica dalla Guardia costiera un delfino di circa 3 metri e del peso di 320 kg. E’ il 18° esemplare spiaggiato lungo le coste abruzzesi dal 2015.

Il cetaceo è stato trovato con un lembo di rete da pesca tra i denti che ne ha causato la morte per soffocamento, come accertato dall’esame autoptico. Secondo quanto riportato dalla banca dati Geocetus, nel 2015 e in questi primi mesi del 2016 sono stati rinvenuti già 18 esemplari di cetacei spiaggiati lungo le coste regionali. Dopo i rilevamenti effettuati dal personale del Centro studi cetacei Onlus, alla presenza del personale dei Servizi veterinari della Asl di Teramo, è intervenuta una squadra di esperti dell’Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e del Molise guidata da Nicola Ferri, responsabile del Laboratorio di Igiene, Biologia e Tossicologia Ambientale dell’Izsam. A questo punto sono state attivate le operazioni di trasferimento in sicurezza dell’esemplare presso la sede centrale dell’Istituto di Teramo dove è stata effettuata la necroscopia.  Gli esiti della necroscopia sono stati condivisi con lo staff specialistico dell’universita’ di Teramo diretta dal professor Giovanni Di Guardo. L’Istituto di Teramo ha effettuato gli esami necroscopici anche al fine di garantire il monitoraggio sanitario per la ricerca di agenti infettivi e contaminanti ambientali che potrebbero alterare lo stato di salute del nostro mare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *