Cammini del Perdono, presentato a Sulmona il terzo percorso “Sui passi di Celestino”


Cammini del Perdono

Il progetto nasce dall’esigenza di proporre un modo nuovo di viaggiare. Un modo “slow” che intende ritrovare il contatto con la natura, i monumenti, i luoghi, la spiritualità dei personaggi che hanno reso unici quei luoghi, infine con se stessi; o meglio alla ricerca di se stessi per una propria rinascita.

Perché I Cammini del Perdono, il progetto di promozione turistica e valorizzazione del territorio, che il Centro Celestiniano dell’Aquila sta portando avanti da oltre trent’anni, è proprio questo: una nuova idea di viaggiare facendo esperienze emozionali. A distanza di tanto tempo questa idea è diventata realtà e nell’anno del Giubileo Straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco si presentano i percorsi pensati e realizzati ben cinque che insieme fanno un tracciato di oltre 1200 chilometri, molti di più del Cammino di Santiago de Compostela! Sabato 7 maggio nella splendida cornice della Badia di Santo Spirito al Morrone, luogo che più di ogni altro rappresenta la figura di San Pietro Celestino, è stato presentato il terzo percorso “Sui Passi di Celestino” ovvero 222 chilometri, metro più metro meno, da L’Aquila a Sant’Angelo Limosano (Molise) che attraversa tutti quei luoghi che hanno segnato la vita, il pensiero e soprattutto il messaggio, quanto mai attuale, dell’eremita Pietro Angelerio poi diventato Papa con il nome di Celestino V e poi San Pietro Celestino.

Dunque un’esperienza dell’anima che ritrova la bellezza del camminare, del sentire il rumore e solo quello, dei propri passi in un’atmosfera che spesso ritrova quella degli antichi viaggiatori. Un’atmosfera fatta di semplicità e bellezza dove il proprio respiro si unisce all’anelito universale della natura, della storia, della possibilità di assaporare l’unicità di cose semplici. Così tutti e cinque i cammini offrono esperienze di questo genere in percorsi che sono accompagnati da guide tascabili dove il “camminatore” trova tutte le informazioni utili e di servizio, ma anche la spiegazione dei luoghi e dei monumenti.

I cinque percorsi sono: Sui Passi dei Papi (da L’Aquila a Roma), presentato a Roma lo scorso 21 gennaio e che si percorrerà dal 20 al 29 maggio prossimi; Sui Passi di Celestino presentato appunto sabato scorso; Sui passi di Francesco (da L’Aquila ad Assisi); Sui passi dei Pastori (da Sant’ Angelo Limosano a Monte Sant’Angelo); Sui passi del Sapere (da L’Aquila a Monte Sant’Angelo). Grazie al lavoro della Dmc Il Cammino del Perdono tutti questi percorsi offrono fin da ora esperienze di viaggio uniche ed indimenticabili che si possono trovare e verificare sul sito il camminodelperdono.org

Ma  il lavoro importante che si sta facendo in questo momento è quello del coinvolgimento dei territori dove il cammini passano, ovvero la sensibilizzazione di sindaci ed istituzioni e soprattutto degli operatori turistici che più di altri hanno necessità di far promuovere il luogo dove lavorano. Perché il Cammino del Perdono intende offrire un’opportunità di cambiamento e crescita attraverso percorsi fisici ed emotivi irripetibili in altre parti del mondo.