Pescara – Virtus Lanciano, febbre da derby


Oddo, durante la conferenza stampa

Sale la febbre per il derby di domani all’Adriatico tra il Pescara e la Virtus Lanciano; saranno circa tredicimila le persone che seguiranno dal vivo il derby d’Abruzzo, esaurito il settore ospiti.

Nonostante le assenze nel Pescara, recuperato pienamente Zampano, rientreranno Verre dopo un turno di squalifica e Memushaj dopo l’attacco influenzale.  Campagnaro, Verde, Coda e Mandragora sono indisponibili per infortunio, Crescenzi sta recuperando lentamente.

Nella Virtus Lanciano, recuperato Ferrari, salterà il derby Amenta squalificato; sarà sostituito da Rigione.

Nella consueta conferenza stampa pre gara mister Oddo, analizza la situazione: “Crescenzi sta bene giocherà con la Primavera, abbiamo deciso di dargli dei minuti per vedere come risponde la caviglia. In settimana si è allenato bene, ed è in gruppo da 3-4 giorni. Per quanto concerne Campagnaro – dichiara Oddo – effettuerà un controllo lunedì, sta svolgendo un lavoro a parte e migliora giorno per giorno”.

Oddo parla della partita di domani, un’eventuale vittoria rafforzerebbe il quarto posto: “Sarebbe un bel vantaggio, – afferma Oddo – anche se lo Spezia dovesse vincere noi possediamo sempre tre punti in più. Un passo davvero importante verso il quarto e anche il terzo posto. Spero che la sconfitta del Bari non cambi nulla nella testa dei giocatori. Noi, dobbiamo cercare di ottenere il terzo posto”.

Dopo l’infortunio Mandragora, è rimasto a Pescara?

“Questo è un bel segnale – dichiara Oddo – siamo contenti per lui. Mi sembra normale che in questo momento lui si senta parte integrante del gruppo e voglia stare vicino alla squadra”.

Con le ultime partite si inizia a delineare il discorso inerente ai play off:

“Sapevamo sin dall’inizio del campionato che Memushaj salterà tutta la fase finale, ma non mi preoccupa più di tanto. Ho delle valide alternative, sono preoccupato un po’ per dietro: siamo corti, specie se Campagnaro non dovesse recuperare. Per ora Hugo rappresenta un’incognita; speriamo di gestirlo bene e dargli minuti prima dei play off, perché per noi potrebbe essere determinante”.

Ed ora, uno sguardo all’avversario di domani: “ Su qualche quotidiano ho letto delle dichiarazioni che per loro potrebbe essere importante portare a casa anche un punto. Il lanciano è una squadra che deve salvarsi; venderanno cara la pelle, non dobbiamo commettere l’errore di sottovalutare l’avversario, perché in contropiede possono essere pericolosi – afferma Oddo – loro proveranno a vincerla la partita, ma con furbizia. Se non avesse avuto la penalizzazione, oggi avrebbe avuto pochi problemi a cui pensare. E’ una squadra che ha un mix di giovani interessanti e anziani che danno il solito contributo. Per noi è una gara importante e dovremmo cercare di attaccare e imporre il nostro gioco. Per le ultime Benalì quasi sicuramente sarà titolare, c’è un ballottaggio 60% – 40% per Bruno – Torreira”.

In casa della Virtus Lanciano, l’imperativo è vincere ed uno dei tanti ex Di Matteo, dichiara: “Domenica sarà una gara importantissima per noi: vogliamo fare risultato perché crediamo in questa salvezza che ci siamo costruiti e che vogliamo ottenere a tutti i costi. Faremo di tutto per prenderci questi tre punti: sappiamo che il Pescara ne ha bisogno per obiettivi ben diversi dai nostri, ma venderemo cara la pelle. L’Adriatico?  Torno da avversario dopo la mia esperienza giovanile in biancazzurro. Se sarà un’emozione? Lo sarà per me e per i miei compagni, se riusciremo a far gioire i nostri tifosi con una bella vittoria”.

L’inizio dell’incontro è fissato per le ore 17.30 e sarà diretto dal signor Abisso di Palermo.

 

 

 

Pubblicato sotto: Sport