Mostra tributo a Corradino D’Ascanio per i 70 anni della vespa


Corradino D'Ascanio

Ha aperto i battenti oggi a Pescara la mostra evento dedicata all’ingegner Corradino D’Ascanio, genio nativo di Popoli, inventore dell’elicottero e della vespa.

La kermesse è promossa dalla Presidenza del Consiglio Comunale e organizzata in sinergia con la Soprintendenza Archivistica dell’Abruzzo e il Molise e l’associazione Prima Pescara.

“La mostra nasce nell’ambito delle manifestazioni che rendono omaggio ai 70 anni dello scooter più famoso di tutti i tempi – illustra il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli – ma è principalmente un’occasione per raccontare le gesta di quello che è di certo stato uno dei nostri più straordinari conterranei, Corradino D’Ascanio. La mostra è dedicata al suo lavoro, alle invenzioni, ai brevetti che hanno visto l’ingegnere di Popoli studiare mezzi per muoversi a terra e per aria e mette insieme un collage di immagini che lo vedono “sporcarsi” le mani con i prototipi che costruiva e seguiva passo per passo finché non funzionavano per vivere di vita propria.

La Sala consiliare sarà lo sfondo di una mostra che è solo parte del tributo che abbiamo voluto rivolgergli. La giornata, avviata con i saluti istituzionali dei due sindaci di Pescara e Popoli Marco Alessandrini e Concezio Galli. proseguirà con l’illustrazione delle iniziative a cura della soprintendente Maria Teresa Spinozzi e dello storico dell’associazione Prima Pescara Federico Orletti. Ospite al centro di questa prima giornata sarà l’ufficiale abruzzese Carla Angelucci, pilota istruttore dell’aeronautica militare che racconterà la sua esperienza nei cieli d’Italia e non solo, anche in qualità di primo istruttore di volo donna delle forze armate italiane”.