L’aquilano Jacopo Sipari nuovo direttore della Turandot di Puccini


Jacopo Sipari

E’ molto bravo, giovane ed è bello. E’ di quella generazione di musicisti star che fanno il tutto esaurito anche per la loro presenza scenica. Jacopo Sipari dirigerà la Turandot di Puccini.

Il maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, L’Aquila, dopo tanti successi si appresta a coronare un sogno: “E’ la realizzazione del sogno più grande della mia vita”. Queste le prime parole del giovane direttore abruzzese, classe 1985, ala notizia della sua nomina a direttore dell’opera Turandot di Giacomo Puccini in programma il 23 e 30 luglio e 12 agosto 2016 al Gran Teatro Puccini di Torre del Lago (Viareggio) in occasione dei 90 anni dalla prima rappresentazione diretta dal grande maestro Arturo Toscanini. L’opera andò in scena due anni dopo la scomparsa del Maestro il 25 aprile del 1926, e in quella prima assoluta il direttore Toscanini, dopo la morte di Liù, pose la bacchetta sulla partitura ed esclamò “Qui finisce l’opera perché a questo punto il Maestro è morto”.
Il Festival Puccini di Torre del Lago celebra questo anniversario dei 90 anni dalla prima rappresentazione con una produzione entrata a far parte della storia degli allestimenti del Festival Puccini. L’impianto scenico, tradizionale, è firmato da Ezio Frigerio esaltato dai meravigliosi costumi del premio Oscar Franca Squarciapino, nella ripresa registica di Enrico Stinchelli, regista con il quale Sipari ha già collaborato per l’opera Nabucco di Verdi.

Jacopo Sipari

Eccezionale il Cast previsto per quest’estate: nel ruolo della Principessa Turandot Martina Serafin, soprano viennese che calca le scene dei più importanti teatri d’opera del mondo ed è considerata dalla critica una delle più  grandi interpreti pucciniane. Il Principe Calaf sarà il tenore coreano Rudy Park, mentre la schiava Liù, al debutto nel ruolo, sarà il giovane soprano umbro Francesca Cappelletti, perfezionatasi a Torre del Lago nell’interpretazione pucciniana con l’Accademia di Alto Perfezionamento. Il Maestro Sipari che a Dicembre era già stato nominato Direttore Principale Ospite della Fondazione Festival Pucciniano ha già diretto per la Fondazione con grande successo di pubblico e di critica l’opera La Boheme di Puccini nella tournée internazionale che la Fondazione ha effettuato a Febbraio 2016 in Nicaragua. “Essere chiamato a dirigere uno dei capolavori indiscussi del panorama musicale mondiale ma soprattutto l’opera che mi ha sempre, in un modo o in un altro, accompagnato per tutta la vita, mi suscita delle emozioni indescrivibili! Turandot: l’opera delle opere, la favola più antica del mondo, il trionfo più autentico della nostra “umana divinità” descritta con quella celeste e incredibile sensibilità che è propria di un Maestro immenso come Puccini! Non posso non dedicare tutto questo alla mia terra d’Abruzzo e alla mia famiglia che mi ha sempre dato la forza di credere nel miracolo della musica”.