In smovimento 2016, fino al 4 luglio al teatro comunale di Atri


In smovimento 2016

Continua a mietere successi all’insegna del sold out la 12^ edizione della rassegna In Smovimento 2016 della compagnia teatrale Smo Lab, in calendario al teatro comunale di Atri fino al 4 luglio.

Il direttore artistico Giampiero Mancini ha portato sul palco grandi temi trattati con un’originale visione cinematografica. Dopo il successo di Soli, Briganti e Natura Morta in un fosso questa sera è la volta, lunedì 27 giugno, alle ore 21 è la volta de “La ballata della città morente” Lo spettacolo è tratto da “Blues in sedici” di Stefano Benni. A partire dalle sedici poesie che costituiscono la struttura dell’opera, la messa in scena e la continuità narrativa vengono costruite coralmente utilizzando la frammentazione del personaggio e la costruzione per quadri.

NATURA MORTA IN UN FOSSO
Natura morta in un fosso

Domani 28 giugno attesissima la versione teatrale di “Dracula” liberamente tratta dall’ omonima opera di Bram Stoker, l’adattamento si inserisce nel genere in modo del tutto nuovo. Uno spettacolo che rapisce lo spettatore dall’inizio alla fine, che si sentirà trasportato nelle ambientazioni più noir della Transilvania. Un  omaggio alla più alta tradizione cinematografica, ma con nuove intenzioni e caratteri. Lo spettacolo è imperdibile per gli amanti del genere.

Mercoledì 29 ore 21 “Quando il fiume è tramontato in rosso”  forma rivisitata e definitiva dello spettacolo nato dal progetto S.M.O.Village e liberamente tratto da “Quattro bombe in tasca” di Chiti. Lo spettacolo è reduce di numerosi successi.

Giovedì 30 giugno il teatro di Atri racconterà la guerra vista con gli occhi dei bambini. I piccoli attori della Smo saranno in scena con  “La canzone di Hadeel” Voci di bambini contro le guerre. “La canzone di Hadeel”, da cui lo spettacolo prende il nome, è una toccante poesia di Hanan Ashrawi che descrive le sofferenze del popolo palestinese. Una raccolta di alcune tra le più commoventi poesie e scritti contro le guerre (“I nemici”, “Explico algunas cosas!” – Neruda,”C’è un paio di scarpette rosse” – Joyce Lussu, “La moglie ebrea” – Bertold Brecht).

Sabato 2 luglio alle ore 21 l’attesissimo “Macbeth” che vede protagonista uno straordinario Giampiero Mancini. La scena si apre su una Tokyo decadente e violenta, in cui prende forma la visione di Machbeth di Mancini, una rappresentazione che trasuda sangue ed oscuri presagi in cui il dramma  di Shakespeare  si svolge tra colpi di katane, kimoni danzanti e codici d’onore Yakuza. Un pianto poderoso e oscuro, 28 attori in una danza macabra verso la dannazione.

Domenica 3 luglio tornano in scena i bambini con “Amore & Psiche” versione teatrale della favola di Apuleio. Nei panni di antichi eroi, divinità e personaggi fantastici, i giovanissimi attori riescono a raccontare con leggerezza e spensieratezza una favola che in realtà veicola un profondo significato allegorico: la storia dell’anima che deve superare mille difficoltà e sfide per unirsi ad Amore e raggiungere così la completezza e l’immortalità.

Chiuderà la rassegna lunedì’ 4 luglio la Lectura Dantis di Giampiero Mancini (voce recitante), Laura Baldassarre (voce  e piano) e Silvia Carota (ballerina). Appuntamento imperdibile per gli amanti di Dante e non solo. “Lectura Dantis” ha debuttato a Salisburgo nel Dicembre 2007 presso l’Associazione Dante Alighieri, in presenza dell’ambasciatore italiano e rappresenta una novità tra le versioni di Lectura fino ad oggi proposte.

La serata si concluderà con la festa di fine anno della scuola con la consegna degli attestati ai diplomandi e l’attesissima biennale Notte degli oscar S.M.O dove verranno premiati secondo le canoniche categorie i nominati e i vincitori tra i 150 attori impegnati nella rassegna.

Costo spettacoli euro 12 per prenotazioni ed informazioni contattare il numero  329.7788707 – info@smolab.it