Muore mentre gioca a beach volley nello stabilimento di sua proprietà


Orsa Maggiore

Il titolare dello stabilimento balneare Orsa Maggiore di Pescara, Nicola Rabuffo, è morto ieri sera verso le 18 mentre stava giocando a beach volley.

Nicola Rabuffo
Nicola Rabuffo

Aveva 56 anni ed era il titolare di una delle storiche concessioni del litorale pescarese sul lungomare nord. Nicola Rabuffo è stato colto improvvisamente da malore mentre verso le 18 di ieri sera si trovava nel suo stabilimento, dove si intratteneva nel beach volley  con alcuni amici. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte del personale dello stabilimento che immediatamente ha attivato le manovre di primo soccorso. Poco dopo sono sopraggiunti anche i sanitari del 118 che hanno defibrillato l’uomo, purtroppo senza alcun esito positivo. Nicola Rabuffo non si è più ripreso. Sul posto sono intervenuti anche la polizia e il medico legale.

Così il sindaco Marco Alessandrini esprime il cordoglio da parte dell’intera Amministrazione: “Ho appreso con grande dispiacere della morte improvvisa di Nicola Rabuffo, un imprenditore del mare conosciuto e stimato da colleghi e clienti, un pezzo importante della storia e dell’economia cittadina. Proprio per questa esperienza di servizio per la città a novembre gli avevamo consegnato la targa di attività storica per il suo stabilimento, l’Orsa Maggiore, un luogo di riferimento per tante giovani generazioni della città. Un riconoscimento che era venuto a ritirare di persona il 12 novembre all’Aurum, raccontandoci con emozione e orgoglio il lavoro fatto e quello che avrebbe continuato a fare. Voglio esprimere la vicinanza mia, dell’Amministrazione e della città alla famiglia, alla moglie, ai figli che ora dovranno continuare il suo percorso e a tutti gli amici che lo piangono e lo ricordano per il carattere e l’amore per il mare che lo ha accompagnato sempre”.