Speedy: meeting finale con il sottosegretario Mazzocca


Speedy Mazzocca

Speedy. Meeting finale con il sottosegretario regionale Mazzocca.

Si è svolto a Termoli l’evento conclusivo del progetto di cooperazione transfrontaliera  Speedy – Shared Project for Environmental Evaluation with Dynamic Governance. All’incontro, che verteva sul tema Vas – valutazione ambientale strategica – dei piani e programmi europei nei processi di sviluppo economico della Macroregione Adriatico-Ionica, ha partecipato in rappresentanza dell’Abruzzo, partner capofila del progetto, il sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale Mario Mazzocca.

Così Mazzocca nel corso del suo intervento su progettazione transfrontaliera e tematica ambientale:  “L’approccio istituzionale e’ assolutamente insufficiente, la semplice adesione all’Unione Europea non basta. E’ importante considerare l’aspetto identitario culturale collettivo. L’approccio della cooperazione, esteso alla modalità progettuale, credo  sia la naturale evoluzione di un percorso che vede  come punto di partenza il mettere a sistema  tutte le esperienze sui temi di interesse cui si riferiscono. Il progetto Speedy si propone di utilizzare lo strumento della Vas per elaborare la fase  di discussione e  partecipazione  nell’ambito di un quadro di regole condivise, mirando alla sostenibilità dello sviluppo”.

In occasione del meeting e’ stata presentata al pubblico la piattaforma informatica SKP – Shared Knowledge Platform realizzata dalla Finanziaria Regionale Abruzzese con la quale sarà possibile formarsi ed informarsi anche tramite moduli di e-learning, oltre a consultare una banca dati su normativa e procedure Vas nei Paesi interessati.

Partner  del progetto sono Regione Abruzzo, capofila, la Fira Spa e l’Università G. D’Annunzio  Ch – Pe; le Regioni Molise e Marche; il Comune di Rakovica (Serbia); l’Agenzia Regionale di Sviluppo Dunea (Croazia); il Centro per la Ricerca e lo Sviluppo di Tirana e l’Agenzia Nazionale Pianificazione del Territorio (Albania); la Regione delle Isole Ioniche e Corfù (Grecia). Tra gli associati anche i Ministeri dell’Ambiente italiano e serbo. Finanziato nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliero IPA Adriatico 2007/2013, Speedy ha promosso attività di sviluppo sostenibile tra le pubbliche amministrazioni di 7 Paesi dell’area adriatica – di cui 4 Stati membri (Italia, Slovenia, Grecia, Croazia) e 3 in pre-adesione (Serbia, Montenegro, Albania) – tendendo a processi efficaci di valutazione ambientale.