Fuori Uso 2016: nuova edizione presso l’ex Tribunale


Fuori Uso 2016

Fuori Uso 2016: dal 22 luglio nuova edizione al via presso l’ex Tribunale di Pescara.

Dopo quattro anni, da venerdi prossimo ore 19 nei locali dell’ex Tribunale sito in Piazza Alessandrini a Pescara, riparte Fuori Uso  con il titolo “Avviso di Garanzia”. Organizzato dall’associazione culturale Arte Nova di Cesare Manzo, è patrocinato dalla Regione Abruzzo e dal Comune di Pescara che ha concesso la location, con sostegno e contributo della Fondazione Pescarabruzzo e della Camera di commercio di Pescara. La mostra sarà aperta dal 22 luglio – giorno di inaugurazione – al 3 settembre 2016, e vedrà la partecipazione di circa 90 artisti, provenienti da tutto il mondo, per un totale di oltre 80 opere in esposizione.

Spiega il critico e curatore di Fuori Uso Giacinto Di Pietrantonio, nativo abruzzese, docente a Brera e direttore della Gamec di Bergamo: “Ho pensato di proporre un’esposizione  che guarda al futuro in maniera costruttiva, mettendo al centro della riflessione e della mostra il rapporto generazionale tra maestro e allievo. Il progetto contempla l’invito rivolto ad artisti-docenti di chiara fama, che insegnano in prestigiose accademie di belle arti italiane, di segnalare alcuni giovani allievi da esporre insieme a loro in questa mostra. Questo a sottolineare il tema chiave dell’edizione 2016: far conoscere il talento dei giovani discenti, senza prescindere dalle Accademie, che restano centri di educazione all’arte”.

“Da ciò e dal luogo in cui si tiene la mostra, l’ex Tribunale – prosegue Di Pietrantonio – nasce il titolo “Avviso di Garanzia”: pensiamo infatti di chiamare a garantire, per i talenti emergenti, artisti-docenti come Mario Airò, Vedovamazzei, Gianni Caravaggio e tanti altri che insegnano, ad esempio, all’Accademia di Brera e alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. In tal modo i giovani artisti riceveranno una chiamata dai loro docenti che, avendo a che fare con loro quotidianamente, conoscono a fondo le loro qualità».

Conclude l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo: “Fuori Uso è una delle poche iniziative artistiche che, oltre al peso nazionale avuto, sia per la portata della proposta e che per l’importanza degli artisti, ha anche un forte legame con la nostra città che ha frequentato e amato ogni edizione. Era giusto riaccendere questo legame. Un altro aspetto importante è il luogo: si utilizza uno spazio importante di questa città, che oltre ad essere oggi un luogo “off”, ha una posizione strategica nella nostra storia ed è stato un fulcro di vita nel suo passato. L’auspicio è proprio questo, che l’esperienza di Fuori Uso continui e che si riaccenda il destino della struttura che lo ospita e di cui ci faremo promotori».

 

Info Associazione Arte Nova