Castel di Sangro, Asl smentisce: l’ambulanza era impegnata


118

Il personale del 118 interviene in merito alla notizia di una donna di Roccaraso che sarebbe stata penalizzata dalla mancanza di un mezzo di soccorso all’ospedale sangrino.

“Non è vero che all’ospedale di Castel di Sangro non ci fosse un’ambulanza disponibile poiché il mezzo era contemporaneamente impegnato in un trasferimento urgente ad Avezzano di un paziente con ictus ”

Lo afferma il direttore del servizio 118 della Asl 1 Abruzzo, Gino Bianchi, sulla notizia riportata da alcuni organi d’informazione sulla presunta mancanza di un mezzo di emergenza, per il trasferimento a Sulmona di una donna di Roccaraso, portata a Castel di Sangro per un’urgenza dovuta a un aborto spontaneo,

“All’ospedale di Castel di Sangro”, dichiara Bianchi, l’ambulanza era regolarmente prevista e a disposizione solo che, al momento dell’arrivo dell’utente da Roccaraso, il mezzo era già impegnato, in contemporanea, nel trasferimento urgente di un paziente con ictus all’ospedale di Avezzano”.