Tentato omicidio, l’indagata accusa un malore in tribunale


Polizia penitenziaria

Daniela Lo Russo, indagata insieme al figlio per il tentato omicidio ai danni del marito, ha accusato un lieve malore mentre si trovava stamani in tribunale.

L’indagata, 42 anni, cardiopatica, si trovava nei pressi del palazzo di giustizia, per essere interrogata dal gip Gianluca Sarandrea. A un certo punto, a seguito di un mancamento, sono stati chiamati i soccorsi che, giunti sul posto, hanno misurato la pressione alla donna accertando che non era nulla di grave. Lo Russo è stata dunque ricondotta in carcere. L’accusa a suo carico è di tentato omicidio aggravato in concorso, con la complicità del figlio. Da domenica scorsa, i due rigettano qualsiasi accusa. Madre e figlio erano assistiti dallo stesso avvocato, Leonardo Casciere, ma, a causa di una situazione di incompatibilità durante l’interrogatorio del figlio, la donna dovrà nominare un nuovo difensore.