Un mosaico per Tornareccio, al via l’edizione 2016


Un mosaico per Tornareccio

Dopo la realizzazione nel 2012 della suggestiva Via Crucis, il tema del sacro torna ad animare Un Mosaico per Tornareccio attraverso un omaggio all’amata Madonna del Carmine di Tornareccio.

La rassegna d’arte è ideata dal mecenate Alfredo Paglione grazie alla quale il borgo in provincia di Chieti è diventato un sorprendente museo a cielo aperto fatto di oltre ottanta mosaici installati sulle facciate delle abitazioni, ricavati da altrettanti bozzetti originali di artisti di fama internazionale.
Nel corso della cerimonia inaugurale dell’undicesima edizione, in programma sabato 30 luglio alle 17.30 nella sala polifunzionale “Remo Gaspari”, saranno presentati al pubblico i trenta bozzetti di altrettanti artisti selezionati da Gabriele Simongini, giornalista e critico d’arte, e Tiziana D’Acchille, direttrice dell’Accademia delle Belle Arti di Roma. Ai partecipanti è stato proposto di ispirarsi alle immagini della SS. Vergine: nelle intenzioni di Alfredo Paglione e dell’Associazione Amici del Mosaico Artistico che organizza l’evento, questa edizione dal titolo “Per Maria” vuole essere un omaggio al glorioso Santuario della Madonna del Carmine di Tornareccio, nell’Anno Santo del Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco, che ha messo al centro di tutto proprio la figura di Maria. E vuole avere anche un preciso significato devozionale. Così, il piazzale antistante il santuario, che rappresenta il fulcro della devozione popolare del paese raccoglierà in futuro le opere musive a tema mariano che prenderanno vita da questa edizione.

A rendere ancora più autorevole l’evento, c’è la partecipazione del cardinal Angelo Comastri, vicario generale di Sua Santità, e di monsignor Bruno Forte, teologo e arcivescovo di Chieti-Vasto, che hanno scritto due splendidi testi per il catalogo, e che saranno presenti a Tornareccio lunedì 12 settembre per una celebrazione eucaristica nel santuario della Madonna del Carmine.
I bozzetti in gara sono stati realizzati da Sabina Alessi, Sabina Bernard, Pier Luigi Berto, Luigi Caflisch, Ennio Calabria, Sergio Ceccotti, Beatrice Cignitti, Giuseppe Di Lorenzo, Marco Eusepi, Antonio Farina, Franco Ferrari, Paolo Giorgi, Pierluigi Isola, Andrea Lelario (fuori concorso), Paolo Marazzi, Piero Marsili, Licinia Mirabelli, Giuseppe Modica (fuori concorso), Edelweiss Molina, Franco Mulas, Fabio Nicotera, Eduardo Palumbo, Umberto Passeretti, Marilisa Pizzorno, Luciano Primavera, Reinhard, Maurizio Romani, Alberto Schiavi, Mariantonietta Sulcanese (fuori concorso) e Francesca Tulli. Rimarranno in esposizione fino al 12 settembre ma sarà possibile votare il preferito entro il 25 agosto. L’annuncio del vincitore, che avrà diritto alla trasformazione in mosaico e ad una mostra personale nel 2017, sarà dato domenica 28 agosto nel corso della cerimonia conclusiva.

Accanto alla rassegna principale, ci sono altri importanti appuntamenti in programma per l’undicesima edizione di Un Mosaico per Tornareccio: in occasione della cerimonia inaugurale del 30 luglio, è previsto il taglio del nastro della mostra personale di Mark Kostabi, l’artista vincitore dell’edizione 2015 della rassegna. L’esposizione, a cura di Elsa Betti, sarà visitabile fino al 30 agosto 2016 (ingresso gratuito). Dal 22 al 27 agosto, inoltre, si svolgerà la quinta edizione della Scuola di Mosaico, con la partecipazione di trenta corsisti, alcuni dei quali anche dall’estero, tenuta come sempre dal maestro Marco Santi di Ravenna (che ha realizzato i mosaici di Tornareccio) quest’anno insieme a Beatrice Serre e Rosanna Fattorini, e coordinata da Michele Berardi. Saranno poi installati quattro nuovi mosaici, tratti da bozzetti del 2015: oltre a quello di Kostabi, anche Nino La Barbera, Giovanna Giorgetti e Dany Vescovi. Infine, si svolgerà per tutto il mese di agosto la seconda edizione della gara Il Balcone Fiorito, pensata per rendere Tornareccio ancora più bello.

Un Mosaico per Tornareccio è un evento promosso dall’Associazione Amici del Mosaico Artistico di Tornareccio, con il coordinamento generale di Elsa Betti, e gode del contributo di Bcc Sangro Teatina, e del patrocinio e del sostegno del Comune di Tornareccio e della Fondazione Crocevia Alfredo e Teresita Paglione. I nuovi mosaici sono stati finanziati dal Comune di Tornareccio, Bcc Sangro Teatina e Alfredo Paglione.