Economia sperimentale: indagine su eventi e turismo


Economia Sperimentale Cuzzi

Economia sperimentale: al via il monitoraggio scientifico sugli effetti economici in relazione a turismo ed eventi.

Alcuni ricercatori dell’università di Ch-Pe, con il coordinamento scientifico della Fondazione Accademia d’Abruzzo e del docente Edgardo Bucciarelli, condurranno una serie di attività di economia sperimentale che relazioneranno i valori di consumo, le caratteristiche personali e gli intenti comportamentali dei cittadini a seconda delle differenti tipologie di prodotti e servizi offerti dal sistema degli esercenti della città di Pescara.

Questo accadrà per la prima volta in Italia e proprio durante la manifestazione  Notte Bianca dell’Adriatico 2016, prevista per stasera, sabato 6 agosto.

Durante l’indagine, i ricercatori si focalizzeranno sulla domanda del consumatore che decide di acquistare prodotti e/o servizi per il proprio utilizzo personale nell’ambito di un contesto sui generis dove lo shopping e altre attività commerciali sono contornate da eventi culturali e sociali. Alcuni risultati suggeriscono che il contesto possa influenzare in modo significativo sia l’attitudine dei consumatori finali a partecipare all’evento e la loro disponibilità a pagare, sia l’intenzione di acquistare determinati beni. Tale ricerca si effettuerà sul campo e in modalità extra-laboratoriale, esaminando, mediante tecniche proprie dell’economia sperimentale, il valore attribuito alle decisioni di acquisto.

Le attività si svolgeranno in due sessioni sperimentali rivolte sia agli acquirenti finali, che descriveranno le proprie decisioni, sia agli esercenti, che testimonieranno l’afflusso di clientela ricevuto. Le informazioni socio-demografiche raccolte permetteranno di inquadrare differenti profili di consumo rilevando, al tempo stesso, l’eventuale componente turistica.

Così l’assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi: “Tutto ciò ci aiuterà a capire effetti e ricadute nella vita economica e turistica cittadina. Sarà un utilissimo strumento di lavoro per le iniziative che organizzeremo in città durante tutto l’anno in modo che  il turismo possa trovare altre fonti di attrattività. E’ una formula che funziona e siamo certi sarà una chiave importante per il futuro”.

Info