Come posso avere sempre personale motivato?


personale-motivato

Ma come posso avere sempre personale motivato? Questa è una delle domande a cui devo rispondere più spesso. La risposta è: “Prendi persone che già sono motivate nello svolgere i compiti per cui saranno assunti”.

Può sembrare una risposta scontata ed apparentemente “stupida”, ma in verità sarebbe la cosa giusta da fare e che quasi nessuno fa. Assumere persone da impiegare nella propria azienda equivale un po’ come a prendere persone sulla propria auto per compiere un viaggio lunghissimo. Quanta attenzione riservereste a scegliere le persone da portare in auto con voi? La stessa cura andrebbe riservata alla scelta del personale. Ci sono aziende che hanno una gran cura nelle scelte dei propri collaboratori fino ad arrivare a quelle in cui il proprietario prende a lavorare il cugino, il fidanzato della figlia o un qualunque altro raccomandato che, a onor del vero non è detto che non siano persone valide, ma probabilmente non lo sono per quel compito. Se riescono nel compito in cui saranno impiegati è solo per casualità. Ma voi affidereste il vostro successo alla casualità? Spero di no. Al di la di questa considerazione, c’è da dire che anche le aziende più accorte non sempre si trovano personale motivato. E cosa fanno per motivarlo? Quelli che da sempre vengono ritenuti dei meccanismi validi per rendere più efficaci le persone: li pagano affinché possano soddisfare i loro bisogni primari e li incentivano con premi per i traguardi raggiunti e punizioni per gli errori commessi. Il meccanismo del bastone e della carota è quello più diffuso nella stragrande maggioranza delle realtà lavorative italiane. Ma quello che le aziende non sanno è che è un sistema poco valido nell’attuale contesto ed anche controproducente alla lunga per una larga fetta di mansioni. Non lo sanno perché non sono state aggiornate sulle nuove scoperte nell’ambito delle performance. Nel Coaching uno dei pilastri fondamentali è la motivazione intrinseca, quella che viene dall’utilizzo delle proprie potenzialità in direzione del soddisfacimento personale nello svolgere compiti che ci piacciono. Se vuoi capire come funziona, continua a leggere l’articolo sul blog del mio sito www.massimilianocilli.it/blog.