Memushaj : “La vittoria arriverà presto”


memushaj

Ledian Memushaj, capitano del Pescara e della Nazionale albanese, resta uno dei punti fermi del centrocampo pescarese.

È un centrocampista abile nel ruolo di regista, ma capace anche di giocare come trequartista. Nella sua lunga carriera calcistica ha maturato esperienze in città come: Chievo, Portogruaro, Carpi, Lecce, Carpi e dal 2014 è approdato in riva all’Adriatico. Nonostante il rigore sbagliato nella partita contro la Lazio, le sue prestazioni sono sempre state superlative coniate da alcuni momenti negativi: ” So che posso dare di più – dice Ledian-  alla lunga ci riuscirò, ma la cosa più importante è raggiungere la salvezza. Non sono stanco, ma devo esprimere meglio le mie qualità”.

Con il capitano del Pescara, inevitabile fare un passo indietro e ritornare alla gara di domenica scorsa, lui giudica così il punto conquistato al Marassi: “Questo è un punto importantissimo che fa classifica – afferma Memushaj – siamo riusciti a conquistare un punto su un campo difficilissimo dove tutte le squadre avranno difficoltà. La serie A è un campionato diverso rispetto alla serie B, dove sei sempre obbligato a vincere, mentre nella massima serie, puoi pensare a concedere meno e cercare di fare male nelle occasioni che capitano.”

In casa Pescara, manca la vittoria: “Se sabato non dovessimo vincere si parlerà d’altro ormai conosco bene l’ambiente e si fa presto a esaltarsi quando si vince e pensare che siamo poca roba quando manca la vittoria. La serie A è un campionato difficile, stiamo rispettando le nostre attese”.

Sabato sarà una gara particolare per Memushaj, visto che giocherà contro la sua ex squadra, il Chievo: “È una squadra particolare – dichiara il capitano- fa giocare male gli avversari, hanno fisico ed esperienza. Noi dobbiamo imporre il nostro gioco come sempre. Conosco Hetemaj, siamo amici e sono contento di rivederlo in campo. È un ragazzo d’oro, l’ho conosciuto proprio al Chievo”.

 

 

Pubblicato sotto: Sport