Spaccio nei pressi della stazione, in manette due senegalesi


Carabinieri-arresto

Sono stati arrestati nella serata di ieri dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara, nella flagranza del reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, due senegalesi entrambi 36enni.

Era circa mezzanotte quando la pattuglia in servizio di perlustrazione, transitando in via Pellico, ha notato, vicino alla fermata dell’autobus, uno strano e furtivo movimento tra Makhoudia Nguer, 36enne, senegalese, con precedenti di polizia e un ragazzo. Immediato è scattato l’intervento: sia il pusher che l’acquirente hanno tentato di scappare alla vista dei militari ma la fuga è durata solo pochi istanti. Bloccati entrambi e portati in caserma sono stati perquisiti e trovati in possesso l’acquirente di una dose di hashish e lo spacciatore di ben sedici dosi della stessa sostanza, pronta alla cessione, e alcuni soldi contanti, provento di spaccio.

Arresto fotocopia avvenuto poche ore dopo, poco distante, in viale Bovio, da parte dei militari della Stazione Carabinieri di Pescara Scalo: anche questa volta protagonista un senegalese, censurato, Biteye Elhadji Babaca, anche lui 36enne residente a Montesilvano. Stessa dinamica: la cessione di una dose di marijuana ad un giovane tossicodipendente; bloccato e perquisito il pusher è stato trovato in possesso di altre tre dosi della stessa sostanza e soldi in contanti, provento di spaccio.

I due hanno trascorso la notte in camera di sicurezza e stamattina sono stati processati per direttissima.