Al via dal 2 dicembre la XXXV Mostra Ornitologica Nazionale Città di Pescara


un-momenton-della-conferenza-stampa

Dal 2 al 4 dicembre prossimo si svolgerà presso il Porto Turistico di Pescara, la XXXV Mostra Ornitologica di Pescara, organizzato e allestito dall’Associazione Pescarese Ornicolotori Apo.

“L’associazione è molto attiva a Pescara, un vero e proprio valore aggiunto – così il presidente del Consiglio Antonio Blasioli –  e gli iscritti risultano spesso vincitori di premi nazionali e internazionali che possiamo vantare nel nostro palma res. Non è il primo anno che svolgiamo questa mostra a Pescara e al Porto Turistico. E’ un evento dal pubblico variegato, formato da famiglie e bambini, segno che l’allevamento di esemplari è diffusissimo, riavvicina alla natura ed è segno di accoglienza. Portare qui il campionato italiano sarebbe un onore che spero di provare presto. Intanto invito tutti per l’inaugurazione che ci sarà venerdì alle ore 16, con la possibilità di visitare l’esposizione fino a tutta domenica”.

“Dal 2 al 4 dicembre la 35esima mostra ornitologica nazionale Città di Pescara torna quest’anno con più energia di prima – aggiunge il segretario Apo Filippo Morrone – confermiamo i numeri dello scorso anno, con circa 2.000 esemplari in mostra e ospitiamo due tipologie specialistiche, quella del Bossu e del Marinois a cui teniamo particolarmente perché la seconda è una razza nata a Pescara e nel 1960 i primi allevamenti italiani sono cresciuti proprio qui da noi. Si tratta di un uccellino noto alla storia perché avvisava i minatori quando scappare, perché se non cantava significavano guai in arrivo. Quest’anno ripristineremo inoltre la benedizione delle gabbie che verrà fatta da don Giorgio Campili, perché gli esemplari possano essere portatori di pace e amore nelle case in cui sono accolti. C’è infine il concorso “Il Bello di casa”, riguarda chi ha esemplari in casa che verranno giudicati dai campioni del mondo e da giudici internazionali. I campioni del mondo saranno inoltre a disposizione per dare informazioni su tutto. Domenica mattina ci sarà intrattenimento con ‘Nduccio e tante sorprese per i visitatori come la presenza di una specie rarissima, il Lori Solitario. Il lavoro che svolgiamo è tanto e volontario e l’augurio è quello di portare i campionati italiani in Abruzzo nel 2018 e, pare, ci siano ottime possibilità”.