Circolo Canottieri La Pescara, iniziano i lavori


Circolo Canottieri, al via i lavori

Entro il 2016 inizieranno i lavori di messa in sicurezza e caratterizzazione della sede del Circolo Canottieri La Pescara. Nata nel 1924 è la più longeva società sportiva della città.

La struttura del Circolo Canottieri La Pescara, storica e risalente al 1934, sita fra il lungofiume e via Spalti del Re,  ha ospitato la conferenza stampa per ufficializzare la prima tranche dei lavori alla presenza del sindaco Marco Alessandrini, del presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, del vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Enzo Del Vecchio, del presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli e dell’assessore al Verde Pubblico Laura Di Pietro. Erano presenti anche il comandante della Capitaneria di Porto Enrico Moretti, il progettista architetto Alfredo Di Pierdomenico, l’architetto Aldo Giorgio Pezzi per la Soprintendenza Arte e Paesaggio d’Abruzzo, il presidente del circolo La Pescara Luca Nicolai, il presidente del Coni Enzo Imbastaro, il consigliere comunale Tonino Natarelli, insieme a iscritti e sostenitori del circolo.

Il progetto di 50.000 euro è stato affidato all’architetto Alfredo Di Pierdomenico. Subito dopo l’approvazione in Giunta, prenderanno ufficialmente il via i lavori che dureranno due mesi durante i quali il Circolo La Pescara avra’modo di svolgere la sua attività sportiva.

Così il sindaco Marco Alessandrini: “La riqualificazione sarà il modo per aprire alla città il futuro della struttura. Abbiamo raccolto l’allarme del Circolo nel 2014, subentrando alla Provincia nella gestione nel gennaio 2015, al fine di rendere possibile la continuazione delle attività dell’associazione. Era però necessario effettuare lavori di messa in sicurezza, lavori ora pronti a partire e a lasciare spazio alla rinascita della sede. Questo è un luogo che funzionalmente si presta ad ospitare attività sportive, ricreative e capaci di creare aggregazione: sul fiume si fa sport da sempre e queste mura sono un luogo identitario per la città. Il Comune ha adottato questo plesso e, dopo averne avviato la messa in sicurezza, si impegnerà a trovare altre risorse capaci di farlo rinascere al meglio, per vederlo di nuovo al centro della vita della città”.

“Questa struttura deve rinascere: troveremo le risorse pubbliche necessarie per la copertura della riqualificazione della struttura – commenta il presidente D’Alfonso – E’ immorale aver tenuto in concessione questi beni senza aver fatto nulla per risollevarli dall’abbandono e senza impegnarsi a renderne aperta la fruibilità. Qui si concentrava la vita di migliaia di persone, una vita che deve ritornare ad animare le sponde del fiume e che noi ci impegniamo a riportare su queste rive con un alleanza istituzionale capace di allontanare la situazione in cui si trova oggi”.

“La Capitaneria di Porto farà la sua parte – aggiunge il Comandante Enrico Moretti – avere questo approccio ci aiuta a riqualificare anche il fiume e a fare in modo che gli interessi di tutta la collettività tornino ad avere un luogo di sport aperto alla città. Siamo a disposizione per quanto di nostra competenza a collaborare perché il progetto di riqualificazione consenta di recuperare il manufatto e funzionalizzarlo”.

“Ringraziamo l’amministrazione comunale perché onora un impegno preso occupandosi di questa struttura – sottolinea il presidente del Coni Imbastaro – Grazie anche la Regione, con la speranza che questa struttura possa conoscere la sua resurrezione. Abbiamo speso tanti anni perché questa attività storica potesse andare avanti e aprirsi alle nuove generazioni: resistiamo, scoprendo tanti appassionati a questo sport e confidando in una nuova stagione per il circolo e la sua sede”.

“Era agosto 2014 quando ricordai i 90 anni del circolo Canottieri La Pescara- conclude il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli – Mi chiamarono al Circolo e mi esposero il problema. Il Demanio marittimo aveva dato in concessione il vecchio Circolo alla Provincia che a sua volta aveva consentito la prosecuzione dell’attività all’associazione La Pescara. Tuttavia, negli anni precedenti, la Provincia stava rinunciando alla concessione e così, nel gennaio 2015, l’amministrazione Alessandrini ha deciso di subentrare e tentare il rilancio. Parliamo tanto di tutela degli immobili storici della città, per i quali il Comune ha già varato la variante di salvaguardia, mentre ne avevamo uno sotto gli occhi di interesse storico architettonico dal 2010 che rischiava di deteriorarsi con il tempo e con la crisi finanziaria degli enti pubblici. Sarebbe bellissimo se nei restanti anni di questa consiliatura potessimo ristrutturare il Circolo Canottieri e riportarlo allo splendore di un tempo. La presenza appassionata del presidente della Regione Abruzzo D’Alfonso, ci aiuta a sperare in questo senso”.